ASCOLTA RLB LIVE
Search

La mostra evento Metamorfosi incanta Cosenza (FOTO)

La terza edizione di Art Fabrique ha legato fotografia d’esposizione, moda trasversale e performance

 

COSENZA – Grande successo per Art Fabrique “Metamorfosi”, la terza edizione della mostra targata Ania lilith Gallery, un evento che lega arte, fotografia e moda anticonvenzionale, svoltosi il 4 settembre scorso, presso il Chiostro di San Domenico di Cosenza. Promozione del territorio, dunque, attraverso fotografia d’esposizione, moda trasversale e performance: “Qualcosa dentro noi si sta trasformando. Diviene qualcosa che da sempre è destinato ad essere. Cambia la sostanza rendendo immutata l’essenza”. Con queste parole Stefania Sammarro, art director dell’evento, parla della sua Art Fabrique e di come siano importante le contaminazioni legate alla fotografia di moda e all’arte in Calabria.

 

La serata, presentata da Rosa Cardillo, ha visto il taglio del nastro alla presenza dell’assessore al marketing e al turismo Rosaria Succurro e Stefania Sammarro, artista e promotrice della mostra. Il Chiostro di San Domenico ha visto protagonisti le installazioni dell’atelier “Da Gianfranca”, dei gioielli d’artista di Valeria Cataudella, del vintage di Chiara Staropoli e degli abiti della stilista Vincenza Salvino. L’allestimento è stato curato dai partner dell’evento: Oasi Verde, Lanifici Leo e Katia Rovito Design. Gli abiti di Melina Baffa sono stati protagonisti del flash mob che si è svolto prima della serata finale, alla presenza di un ricco pubblico e giovanissimi, quando i riflettori si sono accesi sulla sfilata dello special guest, Filippo Laterza, dal titolo “L’evoluzione del Colore”.

 

La metamorfosi nello spaccato della Capsule di Filippo Laterza è un trasformismo della sua collezione, pensato esclusivamente per l’evento nel Chiostro di San Domenico a Cosenza. Metamorfosi è trasformazione, trasformismo, cambiamento, modificazione dell’aspetto, del carattere, dell’atteggiamento. In mostra anche le foto dei fotografi Valerio Baldari, Umile Lionetti e Luana D’Andrea. Il premio Art Fabrique è stato consegnato al “best partner” Mad Mood Milano Fashion Week, alla presenza del suo presidente e founder del progetto, Marianna Miceli. Dopo 4 anni di collaborazioni, Mad Mood ha dato la possibilità a giovanissimi talenti del territorio calabrese di presentare le loro collezioni a Milano Fashion Week e anche nello showroom in Puglia, con base a Lecce.

 

Mad Mood è stato uno dei primi concept a credere del progetto di Art Fabrique e il sodalizio creatosi va oltre la collaborazione lavorativa e si fonda su un legame che unisce all’unisono il nostro sud per il talento vero. Per la sezione “Click Photographer” è stato premiato Valerio Baldari: il suo progetto è stato scelto tra i diversi proposti dagli studenti del corso di Fotografia italiana del Dams, dell’Università della Calabria. La sua fotografia dedicata al Ponte di S. Francesco di Paola-Calatrava racconta in maniera esaustiva, del tutto particolare e impersonale, una visione nuova del ponte e di quello che ruota intorno ad esso. Per la sezione “fashion designer” è stata premiata la stilista Gabriella Santelli.

Dopo le numerose collaborazioni con Art Fabrique è stata scelta per il suo talento e la sua voglia di rappresentare con uno stile unico e nuovo le sue visioni attraverso capi sempre originali e articolati. Conosciuta attraverso l’Accademia New Style di Franca Trozzo, Gabriella ha realizzato per questa edizione l’abito “Metamorfosi” inserito all’interno delle pagine del nuovo catalogo. Rappresenta al meglio lo stile, l’eleganza e l’elite che Art Fabrique ricerca nei giovani talenti. Per la sezione “Mua” il riconoscimento è stato dato a l’Ame Academy, accademia di Cosenza che con i suoi truccatori e parrucchieri ha curato il look delle modelle in passerella.

Una Calabria diversa. Una Calabria che merita. Art Fabrique arriva alla sua terza edizione: La prima factory di contaminazione delle arti visive, che arriva alle grandi realtà nazionali. Protagonista agli eventi di Alta Roma, mostre di successo e agli eventi di Milano Fashion Week. Dopo il successo di “Rise” al Museo del Presente di Rende e “Revolution” al Festival del Leoncavallo di Montalto Uffugo, arriva la Metamorfosi con la presentazione del terzo catalogo. Quest’ultimo è un inno alla contaminazione dei luoghi e delle città calabresi attraverso la fotografia di moda e concettuale. Gli abiti sono inseriti in un contesto territoriale che diventa scena. La non posa delle modelle diventa teatro.

In questo nuovo catalogo sono presenti le creazioni floreali di: Oasi Verde, Carmen Guarascio – partner del progetto con l’allestimento del Chiostro di S. Domenico e le decorazioni floreali delle immagini di copertina per lo shooting di Fiò Couture, stilista milanese – Lanificio Leo – nel catalogo con le foto della fabbrica storica a Soveria Manelli – e Rovito Katia Design, partners del progetto con l’allestimento del Chiostro di S. Domenico, Atelier Melina Baffa, Atelier Da Gianfranca, i Gioielli d’artista di Valeria Cataudella, gli abiti Vincenza Salvino, il Vintage Star di Chiara Staropoli, le T- Shirt di Cecilia Ciancio e i gioielli di MamoBijoux. Ad arricchire il catalogo gli eventi che hanno visto protagonista Art Fabrique sia ad Alta Roma che Milano Fashion Week nell’ultimo anno e tutte le collaborazioni con stilisti e truccatori a livello nazionale.

Spazio anche all’Accademia News Style di Cosenza, di Franca Trozzo, e ai suoi 20 anni di attività con protagonista l’abito di Gabriella Santelli e l’intervista ad Alessandra Giulivo, presidente della Camera Nazionale Giovani fashion Designer e responsabile dell’ International Fashion Week Reggio Calabria.