Cosenza, doppio arresto della Polizia: in manette per rapina ed evasione

Nella giornata di ieri personale della Polizia della Questura di Cosenza ha tratto in arresto un 44enne e un 54enne in flagranza di reato

 

COSENZA – Due persone sono state arrestate in flagranza di reato dagli uomini della Questura di Cosenza, una per rapina, un’altra per evasione.

In particolare, gli agenti della Squadra mobile, hanno arrestato T.O.N. cittadino romeno di 44 anni, accusato di rapina aggravata commessa ai danni di una sua connazionale. L’uomo già denunciato dalla vittima per atti persecutori, ha atteso la donna nei pressi della sua abitazione e dopo averla aggredita e picchiata, le avrebbe sottratto il suo telefono cellulare, verosimilmente per impedirle di allertare le forze dell’ordine. Poi è scappato.

La donna però si è recata in Questura per denunciare l’accaduto e gli investigatori si sono subito messi alla ricerca dell’uomo che è stato rintracciato nuovamente nei pressi dell’abitazione della vittima con in mano ancora il telefonino. L’uomo è stato posto ai domiciliari.

Sempre nella stessa giornata di ieri, nel corso dei controlli del territorio nell’ambito del progetto “Blu nell’estate” gli uomini della squadra Volanti dell’U.P.G.S.P. hanno individuato un soggetto, I.A. di 52 anni, sottoposto agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, mentre si aggirava nei pressi di piazza Zumbini. Alla vista degli agenti l’uomo ha tentato di dileguarsi ma è stato bloccato e sottoposto a controllo, a seguito del quale è risultato essere evasore dagli arresti domiciliari. Arrestato in flagranza per evasione è stato arrestato.