ASCOLTA RLB LIVE
Search

domenico pozzovivo

Operato Pozzovivo, ma rischia di non correre più: “hanno messo fine alla mia carriera”

Risolta la situazione alla gamba mentre sembra più grave quella del gomito per il quale sono in corso ulteriori accertamenti. Tra una quindicina di giorni Pozzovivo potrà iniziare la riabilitazione ma rischia di aver chiuso per sempre la sua carriera. Il medico della Bahrain-Merida ” quadro clinico complicato”. La moglie “è dolorante, è fuori pericolo ma la situazione è seria, sono sconvolta”

.

COSENZA – L’intervento chirurgico al quale è stato sottoposto Domenico Pozzovivo nel tardo pomeriggio di ieri, è andato bene. Questo è quanto si apprende dall’ospedale Annunziata di Cosenza dove il 36enne atleta di Policoro si trova ricoverato a seguito dell’incidente avvenuto ieri mattina quando è stato investito da un’auto mentre si stava allenando nella zona di Dipignano per partecipare alla Vuelta. A seguito del violento impatto, il ciclista ha riportato la “frattura diatisaria” della tibia ed il primario del reparto di ortopedia Gualtiero Cipparrone, con la sua equipe, gli ha praticato un’“osteosintesi con chiodo endomidollare bloccato” per rimettere in asse la gamba. Più complicata, invece, la situazione del gomito che presenta una frattura pluriframmentata ed esposta. I medici hanno effettuato una pulizia approfondita della ferita e una riduzione della frattura. Pozzovivoè stato investito frontalmente, tanto che gli sono stati applicati alcuni punti di sutura al mento.

La drammatica telefonata alla moglie

Oggi hanno messo fine alla mia carriera“: sono le poche parole che Domenico Pozzovivo ha pronunciato nella drammatica telefonata fatta subito dopo l’incidente alla moglie Valentina Conte. La donna, adesso, è in ospedale, al suo fianco, mentre lui è sedato per non farlo affaticare e per alleviare un po’ i dolori per le brutte ferite riportate: “è dolorante, è fuori pericolo ma la situazione è seria – ha dichiarato la moglie all’Ansa. – Stamani, quando si è svegliato, ha chiesto solo “fatemi tornare a casa”. Nell’incidente, sulla cui dinamica sta indagando la Polizia municipale di Cosenza, Pozzovivo è stato colpito dalla parte destra dell’auto e nell’urto ha spaccato il parabrezza ed il finestrino. Per questo i medici intendono sottoporlo ad altri accertamenti per verificare le condizioni generali al di là delle fratture.

Valentina “sono sconvolta, vogliamo tornare subito a casa”

La coppia vive a Morcote, vicino Lugano, in Svizzera. Valentina, 30 anni, è di Cassano allo Ionio, un comune del Cosentino del quale, in passato, è stata anche assessore. La coppia era in attesa di trasferirsi sull’Etna con la squadra di lui, la Bahrein Merida, per preparare la Vuelta. “Stavo facendo le valige – ha raccontato Valentina – quando ho ricevuto la telefonata dal cellulare di un amico che era con lui, ma è stato Domenico a parlare. Siamo contenti di quanto è stato fatto nell’ospedale di Cosenza – dice la moglie – ma vogliamo tornare immediatamente a casa. Siamo in attesa del trasferimento. Aspettiamo notizie dalla squadra. C’è bisogno di strutture sanitarie diverse per recuperare dal punto di vista atletico. Sono sconvolta. Nell’immediatezza ho fatto tutto quello che potevo fare ma adesso che sto metabolizzando mi sento male“.

Emilio Magni, medico Bahrain-Merida “recuperiamo prima l’uomo”

Il terribile quadro clinico del ciclista, definito a dir poco complicato, era stato elencato ieri da Emilio Magni, medico della Bahrain-Merida:Domenico soffre per la frattura di clavicola, omero e ulna del braccio sinistro, tibia e perone destri. Le fratture di omero, ulna e tibia sono esposte. Per quanto riguarda le costole, non è stato ancora definito il quadro esatto perché le immagini non sono chiare, quindi non si capisce se ci sono fratture o infrazioni. Ma, in questo momento e con questo quadro clinico, è un problema di gravità relativa. C’è una contusione polmonare, ma al momento non si evidenziano problemi ventilatori. Non è un quadro semplice, ma Pozzovivo, che dopo l’incidente, non ha mai perso conoscenza, è tranquillo e consapevole“.

Le fratture di omero e ulna verranno stabilizzate con fissatori esterni – aveva aggiunto il medico – mentre la gamba destra è stata messa in trazione per allineare i monconi della frattura. Nelle prossime ore Pozzovivo verrà portato nel reparto di ortopedia. Serviranno poi ulteriori esami, tac e radiografie, per avere un quadro più preciso. Dovrà poi scegliere se restare a Cosenza o farsi trasferire in un altro ospedale. Noi come squadra abbiamo già provveduto ad allertare l’ospedale di Lugano, dove lui abita. E’ una bella batosta – ha concluso Emilio Magni – e l’obiettivo primario, anche considerando che Domenico ha 36 anni, è quello di recuperare completamente l’uomo. Al corridore, eventualmente, ci penseremo in seguito“.