(FOTO-VIDEO) Nucleo Decoro Urbano sequestra cantiere abusivo su via Popilia

Un manufatto in laterizio era in costruzione su un pezzo di terreno destinato a spazio pubblico e situato in Piazza Schettini. Area sequestrata dagli agenti della Municipale. L’intera zona di Via Popilia ed altre parti del territorio sono state munite con un sistema di videosorveglianza che sarà in funzione nei primi giorni di agosto

.

COSENZA  – Intorno alle 18:00 di ieri gli agenti del Nucleo Decoro Urbano della Polizia Municipale di Cosenza hanno posto sotto sequestro un pezzo di terreno destinato a spazio pubblico dopo aver sorpreso alcune persone mentre stavano costruendo un manufatto in laterizio impossessandosi dell’intera area in Piazza Arnaldo Schettini all’ultimo lotto di Via Popilia. Quello effettuato dagli agenti è un forte segnale alla cittadinanza, un segnale di legalità, di vicinanza e di forte impegno da parte del Comune nell’ambito della tutela del territorio. Il periodo estivo è da sempre il momento nel quale, il “costruttore abusivo”, approfittando di una città semideserta si cimenta a realizzare manufatti che si erigono dalla sera alla mattina senza alcun titolo abilitativo e, soprattutto, senza alcun riferimento alle norme, anche basilari, sulla sicurezza.

Controlli a Cosenza con droni e telecamere

Purtroppo proprio Via Popilia è stata negli anni passati al centro dell’attenzione della Polizia Giudiziaria della Polizia Municipale proprio per la costruzione di diverse opere abusive. Quest’anno, per volontà dell’Amministrazione Comunale e su disposizione del comandante uscente Giovanni De Rose e del nuovo comandante Giuseppe Bruno, proprio per scongiurare gli eventuali abusi edilizi o le chiusure di spazi destinati a verde pubblico, il nucleo Decoro Urbano ha intensificato i controlli su tutto il territorio monitorando alcune aree “a rischio” con uno speciale drone aereo che riesce ad individuare movimenti a terra da un’altezza di 70 metri. L’intera zona di Via Popilia ed altre parti del territorio, inoltre, sono state anche munite di un sistema di videosorveglianza che sarà in funzione nei primi giorni di agosto. Le telecamere sono grado di ingrandire una targa automobilistica da parecchi metri di distanza.

VIDEO SEQUESTRO AREA

Un segnale chiaro e forte da parte di Palazzo dei Bruzi, per un territorio difficile che, nonostante tutti gli sforzi compiuti dall’Amministrazione Comunale, trova resistenza in alcuni residenti. L’auspicio è e sarà sempre quello di poter cambiare la città, perché come più volte ha affermato il Sindaco Occhiuto: “se cambia la città miglioreranno le condizioni di vita dei cittadini“.