A Cosenza il bike sharing e un sistema di piste ciclabili di 30 Km per le vie del centro

Lo ha comunicato il sindaco Occhiuto che ha annunciato l’aggiudicazione della gara per la fornitura del servizio che prevederà l’utilizzo di 130 biciclette, di cui 50 elettriche e 80 muscolari. Cosenza diventa sempre più green con un sistema di piste ciclabili per le vie del centro lungo 30 km

.

COSENZA – Negli ultimi 15 anni il Bike Sharing è diventato lo strumenti di mobilità più sostenibile, diffuso e popolare nelle città di tutto il mondo, non solo tra i giovani e i turisti. L’idea è tanto semplice quanto immediata “prendi una bicicletta in una piazza o una via della città e dopo aver fatto una passeggiata in centro o una commissione di lavoro, la lasci in un altro punto della città pagando una cifra irrisoria o sfruttando un semplice abbonamento”. Anche se con enorme ritardo rispetto al resto delle nazioni europee, sempre più città italiane mettono a disposizione dei propri cittadini questo servizio di condivisione assolutamente green che ha con se degli indubbi vantaggi a livello di sostenibilità ambientale e anti-inquinamento, ma sopratutto per ciò che riguarda il traffico nei centri sempre più spesso caotico e a traffico limitato.

Anche a Cosenza sarà attivato un servizio di bike sharing. Ad annunciarlo il Sindaco di Cosenza Mario occhiuto che ha comunicato l’aggiudicazione della gara per il servizio che comprende la fornitura e la gestione di 130 biciclette di cui 50 elettriche e 80 muscolari.

Ma bike sharing significa anche avere piste ciclabili da utilizzare. E su questo il primo cittadino ha tenuto a sottolineare che sono già in corso i lavori della “Ciclopolitana”, un sistema di piste ciclabili lungo complessivamente circa 30 km che collega tutti i punti d’interesse della città e tutte le piazze cittadine. “Il servizio appena appaltato di bikesharing – ha scritto il Sindaco sulla sua pagina Facebook – ha un senso proprio perché prima abbiamo pensato alla realizzazione del sistema completo di piste ciclabili. Tra un paio di mesi infatti i cosentini e i cicloturisti potranno spostarsi agevolmente e in sicurezza per tutta la città con mezzi di trasporto sostenibili per un salutare giro in bici, per recarsi al lavoro, per praticare attività fisica all’aperto o semplicemente per visitare i luoghi d’interesse”.

“Ciclopolitana e bike sharing portano la città di Cosenza verso una innovazione del sistema di mobilità che sarà poi completato dal tram di superficie e dalla reti ecologiche del Parco del Benessere e del Parco Fluviale  – ha concluso il Sindaco – con fiume navigabile, tutte opere già appaltate e in corso d’opera. Cosenza si afferma sempre più come città dell’innovazione e del benessere. Al completamento di tutti i lavori in corso sarà una città veramente fantastica e all’avanguardia in campo europeo”.