Maltrattamenti ad alunni: sì alla videosorveglianza in ogni aula

Marziale Garante per l’infanzia si impegna ad introdurre la videosorveglianza. A Cosenza le telecamere funzionano in alcuni asili già dal 6 aprile scorso

 

REGGIO CALABRIA – “Sono stato sempre contrario alla trasformazione della aule scolastiche in una sorta di ‘grande fratello’ e per questo ho puntato sulla prevenzione agevolando, insieme all’Ordine degli psicologi della Calabria, l’applicazione della legge sullo Stress Lavoro Correlato”. Lo afferma, in una nota, il Garante per l’Infanzia e l’adolescenza della Regione, Antonio Marziale, in relazione alla vicenda della maestra arrestata nel Lametino per maltrattamenti ai propri alunni. “L’obiettivo – prosegue Marziale – é individuare eventuali disagi di qualche docente legati all’usura emotiva che il mestiere inevitabilmente cagiona, ma, davanti al reiterarsi di episodi di violenza sui bambini, da oggi lavorerò affinché ogni aula di asilo e scuola primaria di primo grado sia dotata di sistemi di videosorveglianza. Viene prima la tutela dei minori e solo dopo il rispetto della privacy”.

Violenze negli asili, Santelli :” Cosenza ha anticipato tutti già da due mesi”

Mi fa piacere che il ministro Salvini abbia oggi dichiarato di voler mettere subito le videocamere negli asili :a Cosenza funzionano regolarmente già dal 6 aprile.
Lo afferma l’on Jole Santelli, vice presidente della commissione antimafia di Forza Italia e vice Sindaco di Cosenza
Quello che è successo anche oggi in Calabria conferma la bontà della nostra scelta che ha anticipato di tanto la normativa nazionale.
Abbiamo fatto tutto con i nostri soldi e senza chiedere aiuto allo Stato – dice Santelli – impiantando 15 videocamere di ultima generazione e realizzando un altro dei punti del programma del Sindaco Mario Occhiuto

 

Botte e offese ai bambini, arrestata maestra elementare: “ti faccio il muso a sangue”