ASCOLTA RLB LIVE
Search


Cosenza, approvato il bilancio 2019-2021. Nessun aumento delle tasse locali

Il Consiglio ha approvato il bilancio di previsione 2019-2021 e tutte le pratiche collegate con 19 voti favorevoli e due astensioni. Restano inalterate le aliquote dei tributi locali e confermate le fasce di agevolazione. Evasione: recuperati oltre 5 milioni di euro

.

COSENZA – Il consiglio comunale di Cosenza, presieduto da Pierluigi Caputo, ha approvato il bilancio di previsione 2019-2021 e tutte le pratiche collegate. A favore dell’approvazione i voti sono stati 19, mente 2 sono state le astensioni (i consiglieri Marco Ambrogio e Giovanni Cipparrone). Della minoranza, sono rimasti in aula solo i consiglieri Marco Ambrogio, Giovanni Cipparrone, Luca Morrone e, del gruppo misto, Francesco Spadafora. Gli altri consiglieri hanno abbandonato l’aula ad inizio della seduta consiliare (annunciando un esposto-querela alla Procura e alla Corte dei Conti) quando, alla richiesta formulata dal capogruppo del PD Damiano Covelli, di discutere preliminarmente della recente pronuncia della Corte d’Appello di Catanzaro sulla pignorabilità dell’indennità del sindaco, il presidente non ha ritenuto di dar seguito in quanto il punto non era in discussione. La trattazione del bilancio di previsione è stata accorpata a tutti gli altri punti di carattere finanziario, con la relazione del Dirigente del settore programmazione economica Giuseppe Nardi.

Riduzione fondi statali ma nessuna aumento aliquote

“Il limite evidente dei bilanci comunali è la perpetua riduzione dei trasferimenti statali  a fronte di un incremento di funzioni e servizi che i comuni sono chiamati ad erogare – ha dichiarato Nardi – che ha, come diretta conseguenza,  una rigidità di spesa che supera il 50%. La manovra di oggi rispetta i vincoli di finanza pubblica in ordine ai limiti sul contenimento della spesa, sugli equilibri di parte corrente e di parte capitale e ai limiti sull’indebitamento nettamente al di sotto della percentuale stabilita dalla norma”.

Evasione fiscale: recuperati 5 milioni di euro

Nella sua disamina, il dirigente del settore programmazione finanziaria ha evidenziato che “le aliquote dei tributi locali non subiscono alcun incremento, confermando anche le riduzioni già in essere. Mentre viene segnalato un valore di recupero di evasione fiscale pari a 5 milioni e 400mila euro a fronte del quale abbiamo appostato un valore a tutela della credibilità delle entrate e della salvaguardia degli equilibri”. Ribadita la riduzione di circa un milione di euro nei trasferimenti.  Nardi ha poi messo in luce l’incremento delle entrate extratributarie relativamente alla gestione in ambito territoriale ottimale (ATO) in cui sono organizzati servizi pubblici integrati. Un incremento si registra anche nell’accensione dei prestiti: circa 19 milioni di euro, quale ulteriore anticipazione di liquidità della Cassa Depositi e Prestiti per il pagamento dei debiti al 31 dicembre 2018.  Si è parlato anche di welfare, settore nel quale il comune impegna molti fondi propri per il mantenimento di alcuni servizi oltre al reimpiego di somme derivanti da entrate statali e regionali. Rispetto alle alienazioni patrimoniali, Nardi ha annunciato che “l’amministrazione intende dare vita ad un piano straordinario di alienazione del patrimonio disponibile”.

AMACO: riduzione costi e manutenzione mezzi

Ultimo passaggio è quello relativo alla partecipata AMACO. Nardi ha confermato che “gli uffici hanno svolto i controlli periodici che spettano all’Amministrazione sulle società partecipate, verificando la riduzione dei costi di personale e sulle manutenzioni dei mezzi. Questo consente di chiudere il bilancio 2018 in utile, in controtendenza agli esercizi precedenti. Pertanto – ha concluso Nardi –  il documento contabile è stato redatto nell’osservanza delle norme di legge e rileva la coerenza, congruità e attendibilità contabile delle previsioni. Tutto ciò in linea con gli equilibri di finanza pubblica ed enunciato in maniera chiara nella relazione dei revisori che hanno espresso parere favorevole”.