ASCOLTA RLB LIVE
Search

Picchiata e abusata per il suo stile di vita “occidentale”, arrestato marocchino a Cosenza

L’arresto è stato eseguito dalla Squadra mobile della Questura di Cosenza. In manette un marocchino di trent’anni

 

COSENZA – Gli agenti hanno notificato all’uomo un’ordinanza di misura cautelare in carcere. L’uomo, T.H. di 30 anni, di nazionalità marocchina ma domiciliato a Cosenza, è accusato di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale, lesioni e violenza privata nei confronti della propria convivente e madre dei suoi due figli, entrambi minori, davanti ai quali spesso, picchiava la donna. Era spesso ubriaco e le violenze ripetute erano da lui ‘giustificate’ dallo stile di vita ritenuto “troppo occidentale”. Per questo la picchiava lasciandole anche i segni delle percosse che avvenivano spesso davanti agli occhi dei figlioletti di un anno e 4 anni, costretti ad assistere a quelle violenze inaudite contro la madre.

T.H. inoltre, sempre attraverso minacce, costringeva la donna a violenze fisiche e psicologiche, e anche sessuali. La vittima fino ad oggi, non era mai riuscita a deunciare quanto subito proprio perchè minacciata di morte dal compagno violento. E’ stato grazie all’esperienza degli agenti della Questura di Cosenza e al loro intervento che l’uomo è stato fermato. Indagini e attività info investigative hanno consentito di assicurarlo alla giustizia. L’uomo inoltre è ritenuto dagli inquirenti un soggetto incline ad una visione “integralista” e recidivo a compiere anche reati come spacciare droga in zone frequentate da minori.