ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza, vigili del fuoco nel Team Usar per le missioni internazionali

Otto sono i vigili del fuoco di Cosenza che compongono il team calabrese di 22 elementi Usar Heavy INSARAG International Search and Rescue Advisory Group che fa capo all’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari

 

COSENZA – Cosenza come il resto della Calabria parte per entrare a far parte del team Usar Heavy  dei vigili del Fuoco d’Italia ed essere pronti ad intervenire nelle missioni internazionali nei paesi interessati da terremoti o eventuali altre calamitĂ  di grosse entitĂ . Ventidue sono i vigili del Fuoco calabresi che compongono il team USAR MEDIUM  (l’acronimo Usar deriva dalla definizione inglese Urban Search and Rescue traducibile in “ricerca e soccorso in ambiente urbano” e definisce l’insieme delle pratiche utilizzate per le operazioni di ricerca e soccorso di persone sepolte da macerie in caso di crolli di edifici e strutture, esplosioni o di eventi sismici. Dal sette al nove novembre prossimo a Pisa componenti di tutte e cinque le province calabresi parteciperanno alla  esercitazione prevista per la classificazione INSARAG International Search and Rescue Advisory Group che fa capo all’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari.

Per Cosenza è giĂ  il secondo corso a cui, in questo caso, parteciperanno il caposquadra Esperto Antonio Pellegrino e il vigile del fuoco Esperto Alessio Orrico. Un vanto per il comando provinciale di Cosenza con la piena soddisfazione e apprezzamento da parte del comandante provinciale dei vigili del Fuoco, l’ingegnere Massimo Cundari che si complimenta con i suoi uomini, dimostrando la vicinanza del comando provinciale tutto.

Questa volta, dunque, in otto dei ventidue componenti il team calabrese sono partiti per Pisa. Ma dei ventidue vogliamo ricordare che otto sono i vigili del fuoco del comando provinciale di Cosenza: Caposquadra Esperto Antonio Pellegrino, caposquadra Esperto Roberto Russo, Vigile del fuoco Coordinatore Francesco Imbrogno, Vigile del Fuoco Esperto Alessio Orrico, Vigili del fuoco Qualificati Giuseppe Pulice, Antonio Vercesi e Pietro Patella

Il caposquadra esperto Antonio Pellegrino

A spiegare meglio in cosa consiste il lavoro dei vigili del fuoco in questa “nuova specializzazione” è il caposquadra Esperto Antonio Pellegrino, Responsabile della Formazione Regionale vigili del Fuoco: «Il sistema di soccorso che il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è in grado, in termini di sicurezza e professionalitĂ , di mettere a loro disposizione in eventi di soggettiva rilevanza – scrive il caposquadra Pellegrino-. In particolare quando chiamati ad effettuare ricerche e soccorsi di persone intrappolate sotto macerie o infrastrutture lesionate e pericolanti a seguito di eventi sismici, esplosioni, crolli e/o dissesti. In tali scenari la missione è ricercare, individuare e raggiungere le vittime “intrappolate” nelle macerie in tempi ragionevolmente brevi e statisticamente compatibili con apprezzabili probabilitĂ  di sopravvivenza.

 

 

 

A tale scopo il Corpo ha adeguato il proprio sistema di risposta agli standard internazionali. I moduli USAR Medium (Urban Search And Rescue – ricerca e soccorso in ambito urbano) esprimono le loro capacità operative durante le operazioni di ricerca di tipo complesso di vittime a seguito di crolli e/o collassi strutturali, come la tragedia di Rigopiano e ultimamente il crollo del ponte a Genova. A tal fine i moduli USAR-M ( dieci TEAM in tutta Italia tra cui per il sud Calabria e Sicilia ) sono in grado di cercare e localizzare le persone intrappolate negli strati profondi delle macerie, attraverso una combinazione di tecniche di ricerca con unità cinofile e con apparecchiature ad alto contenuto tecnologico nonché di effettuare complesse operazioni d’estricazione delle vittime.

 

 

 

Il campo di operatività dei moduli USAR-M è temporalmente collocato in un momento immediatamente successivo alle azioni delle squadre di soccorso ordinario ed a quelle delle sezioni operative versione sisma (moduli USAR-Light) ed è risolutivo per le operazioni di ricerca e salvataggio dispersi che il sistema dei soccorsi precedentemente intervenuto non è riuscito a definire e/o perfezionare. Il sistema di gestione operativo USAR-M si pone l’obiettivo di standardizzare le strategie organizzative ed operative, è derivato da studi ed analisi critiche di documenti disponibili in letteratura tecnica internazionale nonché da esperienze maturate in occasione di eventi che hanno impegnato severamente il Corpo Nazionale, e costituisce uno strumento operativo che definisce compiti, ruoli e procedure che ogni componente è chiamato a svolgere nelle varie fasi di attività di soccorso raggruppando in un solo TEAM tutte specialità che sono presenti nel Corpo Nazionale vigili del Fuoco ( cinofili, esperti NBCR, strutturisti, tecniche di TPSS, SAF, ecc. ).

 

Alcuni dei vigili del fuoco del comando provinciale di Cosenza

Tale professionalità, messa in campo, ha portato ad un riconoscimento tale da essere inseriti nel percorso di classificazione INSARAG di un modulo USAR Heavy, costituito da personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e da personale sanitario delle Agenzie Regionali, dispiegabile nell’ambito di missioni internazionali. Il personale vigili del fuoco della Calabria che fa parte dei TEAM ha dovuto sostenere, presso il campo di addestramento di Pisa, un percorso formativo importante fatto di prove pratiche e teoriche che hanno messo a dura prova le capacità psico-fisiche delle venti unità che hanno partecipato.

Premesso ciò – continua la nota – il campo di azione delle squadre USAR – M. dei VV.F. è circoscritto nella gestione degli interventi nella così definita “ AREA ROSSA “ che nel sistema di classificazione e delimitazione delle aree potenzialmente pericolose ed operative ( area rossa, arancio e gialla ) è l’area strettamente legata al sito nel quale la gestione degli interventi è di esclusiva competenza degli operatori dei Vigili del Fuoco. Il personale volontario, forse di polizia, sanitari e di altri enti titolati ad intervenire nell’emergenza non strettamente operativa sono di supporto ai TEAM VV.F. e vengono impiegati alla gestione delle aree esterne a quella “ ROSSA “. Siamo consapevoli che – conclude Pellegrino – poter offrire ai cittadini della Calabria una sempre più crescente professionalità, qualora necessaria, rappresenti una maggiore tranquillità e un sicuro punto di riferimento come e più di sempre.” 

 

 

GUARDA LE FOTO

(Nelle foto sono ritratti momenti delle varie operazioni di soccorso in cui sono stati impegnati tutti i vigili del fuoco d’Italia)

 

 

 




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config