Cosenza: la comicità targata Zelig

COSENZA -Colpo di coda di “Lungofiume Boulevard”, la lunga rassegna di musica e spettacolo che ha accompagnato l’estate dei cosentini. Nelle ultime settimane, che ci separano dalla stagione autunnale, sono concentrati appuntamenti di grande appeal che sicuramente prolungheranno l’atmosfera estiva in città.

Cabaret d’autore giovedì 6 settembre. Direttamente dalla scuderia di Zelig, uno dei suoi comici più amati e, soprattutto più versatili, Leonardo Manera. Un’artista poliedrico, dalla fantasia instancabile, con un repertorio vastissimo. Dal pozzo della sua fantasia, negli anni, una miriade di personaggi è venuta alla luce, tutti indimenticabili. Ne citiamo alcuni, dal ventriloquo Vasco allo stralunato Piter, parodia del ragazzo della provincia bresciana, dal Petrektek del cinema polacco (in coppia con la bravissima Claudia Penoni, alias Cripztak) fino a Battista, il migliore imprenditore del Cavaion veronese. Lo spettacolo è preceduto dall’esibizione della cantante cosentina Roberta Cleo.

Venerdì 7 settembre, in collaborazione con la concessionaria Volkswagen di Chiappetta & Runco, divertimento assicurato anche con “Roberto Ferrari e Dj Angelo”, punte di diamante del network nazionale Radio Deejay dove fanno coppia fissa. Ma nell’etere Dj Angelo non ci viaggia solo con la voce, essendo ormai diventato anche un personaggio televisivo per le sue performance in trasmissioni popolarissime come “Quelli che il calcio” o “Colorado”. Di Ferrari tutti ricordano in città lo storico scherzo telefonico ai danni di una famiglia cosentina che di certo non gliele ha mandate a dire e che, al brillante conduttore di “Ciao belli”, è costata una denuncia per diffamazione.

Sabato 8 settembre, concerto di “Opa Cupa” (leggi: «opa tzupa») – grido di esortazione alla danza degli zingari del Sud-Est Europa – che è un progetto musicale nato nel Salento. Inizialmente indirizzati verso il repertorio musicale dei Balcani, i testi e le musiche originali di Cesare Dell’Anna si incrociano poi con le sonorità jazz e bandistiche tipiche della tradizione musicale del Sud Italia, diventando qualcosa di nuovo e originale. Intorno al trombettista si riuniscono musicisti di diverse culture (Bosnia-Erzegovina, Albania, Algeria, Bulgaria, Italia meridionale, Marocco, Romania) formando una vera e propria fanfara festosa. La formazione è composta, con Cesare Dell’Anna (leader/tromba), da Irene Lungo (voce), Giancarlo Dell’Anna (tromba), Gianluca Ria (trombone), Luca Manno (sax), Francesco Coppola (sax), Davide Arena (sax), Ekland Hasa (piano), Marco Rollo (tastiere), Michele Minerva (basso), Sergio Quagliarella (batteria). Special Guest: Alex Beaujard (fisarmonica), Fabrice Martinez (violino), Paride Marco (tuba), Ivo Iliev (sax), Guergue Guerguev (percussioni), Riccardo Pittau (tromba).
Domenica 9 settembre, si riprende il concerto di Verdiana, annullato il 1° settembre scorso per le incerte condizioni meteorologiche. L’artista calabrese racconta Sanremo in un concerto che è una carrellata dei principali successi del festival interpretati da voci femminili. La stessa Verdiana ha partecipato alla kermesse sanremese nel 2003, con la canzone “Chi sei non lo so”, ottenendo un prestigioso quarto posto nella categoria giovani. L’artista ripercorre la sua brillante carriera che l’ha vista protagonista di molti concerti da solista ma anche apprezzata supporter in concerti di Giorgia, Gigi D’Alessio, Antonella Ruggiero, e nella tappa calabrese del concerto che Vasco Rossi tenne a Germaneto nel 2004, davanti a 200mila persone.