ASCOLTA RLB LIVE
Search

Santa Teresa, weekend ad ‘alto volume’ e senza regole. Residenti sul piede di guerra

Questo fine settimana appena trascorso ha visto Piazza Santa Teresa interessata da due eventi pubblici che hanno creato nuovamente il malcontento nelle persone che abitano la zona, costrette a non poter neanche godersi un tranquillo sabato a casa

 

COSENZA – La vicenda è stata rilanciata dall’avvocato Gabriella Marini Serra che, a nome di tutti i residenti, chiede che vengano rispettate semplicemente leggi e regole. Il riferimento è al sabato appena trascorso che ha visto in piazza Santa Teresa, la presenza dell’evento “Aperol Spritz happy together” che,  scrive l’avvocato, “doveva svolgersi dalle 19 alle 23.30, come sponsorizzato sulla pagina ufficiale e autorizzato in conformità… e domenica dalla Selezione nazionale del concorso Miss Stella del Mare”, prodotta dalla Nicoletti Management”.

“Sabato, l’evento dell’Aperol Spritz ha avuto un’importante partecipazione di avventori, ovviamente prevedibile e non erano stati adottati accorgimenti di pubblica sicurezza come il rispetto coattivo della zona ZTL con agenti ai vari varchi e segnalazione delle vie di fuga. L’impatto acustico nella zona è stato elevatissimo tanto da indurre i residenti a contattare piĂą volte il 113 e richiedere che i volumi venissero abbassati. I vetri delle abitazioni vibravano e in casa non si poteva seguire la televisione neanche alzando il volume al massimo, perchĂ© la musica fuori sovrastava tutto e tutti.”

“Grande serata! Per chi era in piazza! Ma i residenti nelle loro case non hanno avuto pace fino a quando a mezzanotte e non alle 1130 come previsto, è stato inibito il prosieguo. Ancora non è stata acquisita la relazione-certificazione di impatto acustico dell’evento, ma si vuole conoscere chi l’ha predisposta e ricordare che avere l’ autorizzazione di un evento non significa essere autorizzati alla commissione del reato di disturbo della quiete pubblica e creare disagio ad un intero quartiere e ad oltre 300 famiglie”.

“Pensavamo di poter recuperare domenica – continua l’avvocato Marini Serra – per affrontare con il piede giusto la settimana ormai alle porte ed invece …. Al nostro risveglio tutta la zona da Via Nicola Parisio a Piazza S. Teresa non solo era invasa da sporcizia e residui della notte brava appena trascorsa quanto si stava provvedendo all’allestimento di un nuovo palco per un nuovo evento in prossimitĂ  della scalinata della chiesa. Mi chiedo se organizzare eventi in prossimitĂ  di un luogo di culto, necessiti anche di autorizzazione del parroco… perchè se ci fosse stata la celebrazione di un matrimonio o l’esecuzione di un funerale cosa si poteva fare tra un allestimento ed un altro?! Brindare e ballare tutti insieme? Domenica tutto era allestito per una sfilata… ma alle 19 la polizia municipale, contattata dai residenti per conoscere i dettagli dell’evento, rivelava l’assenza di qualsivoglia autorizzazione e l’impossibilitĂ  ad intervenire per assenza di mezzi. Come sempre viene contattato il 113 che con due pattuglie, subito intervenute, diffida l’organizzatore dell’evento dal proseguire l’attivitĂ  di pubblico spettacolo..ma l’evento inizia e allora andiamo in scena noi residenti che di fatto interveniamo a supporto degli agenti per far rispettare la legalitĂ ”.

L’evento non si svolge… e tutti con le proprie ragioni ritorniamo a casa. Non ci sono vincitori e perdenti ma solo un’amministrazione che ancora una volta non regolamenta, non tutela i cittadini e diventa leone da tastiera celebrando le varie serate nel centro di Cosenza. Sindaco pensiamo a cose serie e a far rispettare la legge a Santa Teresa! Il nostro intervento è stato risolutore unitamente alla polizia e alla Digos, perchĂ© cosa serviva denunciare gli organizzatori (anche d’ufficio) per assenza delle dovute autorizzazioni e permettergli comunque l’esecuzione della serata? I ragazzi – avventori attoniti ci guardavano… sicuramente avranno pensato..guarda che pazzi quei residenti ..per una sfilata.. per un po’ di musica… un po’ di divertimento… c’ è ben altro in gioco.. il rispetto della legalitĂ  ..il principio del neminem laedere”.

“Risulta poi provocatorio quello che la pubblica amministrazione sta facendo, autorizzando o omettendo di intervenire in eventi sonori a S. Teresa. Ricordiamo come la Procura di Cosenza con separati provvedimenti di sequestro, su istanza dei Sost. PM Dott. Ri Cozzolino, Tridico, SaccĂ , D’Andrea, ha riportato un po’ di tranquillitĂ  in zona inibendo ai locali le loro attivitĂ  musicali, mentre il Comune cosa fa, a dispregio della realtĂ  raggiunta? Autorizza serate superando il buon senso e la ragione, vessando i residenti e mettendo in pericolo la loro salute. Adesso i residenti proporranno denuncia contro l’amministrazione comunale e contro chi fattivamente sta rilasciando queste autorizzazioni in violazione dei decibel in orario notturno e concorrenti nel favorire il disturbo della quiete pubblica… La strada della legalitĂ  è difficile e tortuosa ..ma per trovare giustizia , bisogna essere fedeli, essa come tutte le divinitĂ  si manifesta soltanto a chi ci crede … e noi ci crediamo”.

Intanto il sindaco, Mario Occhiuto, all’indomani dei fatti di Santa Teresa, in un post sulla sua pagina Facebook in cui sottolinea la grande presenza in cittĂ , ed in particolare su corso Mazzini la domenica, commenta “a suo modo” l’evento su Santa Teresa:Su Piazza Santa Teresa c’è stata una bella festa a cui hanno partecipato molti giovani con un ambiente suggestivo. La musica è stata interrotta in orario accettabile, ma in tanti hanno continuato a sostare nella piazza. Stamattina ho ricevuto qualche protesta da parte di residenti e dalla Chiesa. Io credo che, con un minimo sforzo da parte di tutti (esercenti, residenti e giovani) sia possibile trovare un giusto compromesso in modo da rispettare le esigenze di ognuno”.




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config