ASCOLTA RLB LIVE
Search

Lo stupro della tredicenne di Cosenza scuote la Regione Calabria

Denunciato in Commissione Pari Opportunità l’abbandono in cui vivono generazioni di adolescenti in condizioni di disagio

 

COSENZA – “Il brutale atto di violenza subito da una tredicenne a Cosenza da parte di un uomo in eta’ matura e’ una delle pagine piu’ oscure e ignobili di questa nostra regione”. Lo afferma la Presidente della Commissione per le Pari Opportunita’ della Regione, Cinzia Nava. “La violenza subita dalla ragazzina – evidenzia Cinzia Nava anche a nome di tutta la Commissione – e’ ancora piu’ aggravata dall’imposizione dell’aggressore nei confronti di un amico della tredicenne, obbligato a guardare lo svolgersi dell’infame episodio. E’ davvero fuori da ogni immaginazione dovere constatare come si possa giungere a cosi’ efferato crimine, disumano, evidentemente frutto di una mente malata che non riesce a governare l’istinto animalesco sfogandolo contro due giovanissimi senza difesa. La CRPO della Calabria esprime sdegno e invoca una forte azione per il recupero dei valori che governano le relazioni umane e per la salvaguardia dei diritti della persona, in questo caso due esseri umani poco piu’ che adolescenti, ai quali il destino e il bruto di turno hanno riservato una insopportabile ferita. Da qui – afferma Cinzia Nava – si rende necessario e urgente l’avvio di una serie di iniziative, a partire dalla scuola, per innalzare il muro culturale e ideale a protezione dei giovanissimi per evitare che finiscano dentro situazioni insopportabili per la loro eta’, che segnano indelebilmente il loro rapporto esistenziale. Famiglie e istituzioni – conclude Cinzia Nava – devono ritrovarsi unite per scongiurare il verificarsi di simili squallidi episodi che non solo oltraggiano la fisicita’ delle donne, ma infliggono solchi incolmabili nell’animo introiettando nella persona violata paure e fragilita’ che talvolta rimangono indelebili nel corso degli anni”.

 

LEGGI ANCHE

Presunto stupratore rimane in carcere, il Gip convalida l’arresto

 

Violenza, sequestro e rapina: 13enne sale sul pullman diretta dal fidanzato, ma finisce nei sotterranei della stazione dello Stato