ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza-Verona, Corbelli chiede confronto a Setti: “ritiri il reclamo e permetta di giocare la gara”

Il leader del movimento Diritti Civili, vecchio tifoso rossoblù, Franco Corbelli, ha presentato un appello al giudice sportivo, Emilio Battaglia, recapitato lunedì 3 settembre.

 

COSENZA – “Sono fiducioso che la sentenza del giudice sportivo su Cosenza – Hellas Verona, che sara’ resa nota venerdi’, non sara’ la vittoria a tavolino per gli scaligeri e la penalizzazione per la squadra bruzia ma, nel rispetto dei veri valori dello sport, la partita da giocare sul campo, cosi’ come avrebbe dovuto essere, senza quella leggerezza (con il manto erboso non idoneo), sabato 1 settembre”.

Corbelli, a pochi giorni dalla sentenza, invita il presidente del Verona, Maurizio Setti, a compiere un “gesto di grande lealta’ sportiva, a ritirare il reclamo e a chiedere che venga giocata la partita”. Lo stesso Corbelli auspica di poter incontrare, prima di venerdi’, il presidente Setti in un confronto in tv o alla radio “per – prosegue Corbelli – spiegargli personalmente le ragioni di questa mia battaglia, che va molto al di la’ di una semplice partita di calcio e rappresenta la salvaguardia dei valori dello sport, la difesa di una citta’, di una tifoseria, di un popolo rossoblu‘, di quelle migliaia e migliaia di persone che, dopo aver festeggiato, nel giugno scorso, il ritorno in serie B, sabato 1 settembre, per ore, hanno aspettato, sotto un caldo infernale, di poter entrare allo stadio per applaudire i loro calciatori nella prima partita casalinga. Ecco perche’ Cosenza-Verona non e’ una gara come le altre. E’ molto di piu’ di un semplice match di calcio”.