Cosentini e turisti in città nel giorno di Ferragosto

Tra i visitatori ”piacevolmente stupiti” dalla bellezza di Cosenza le voci amareggiate di chi la abita: “Non ho soldi per questo sono qui”

 

 

COSENZA – Estate in città. Tra crisi economica e maltempo sono numerosi i cosentini che hanno scelto di non partire per trascorrere il Ferragosto. Insieme a loro, a popolare Cosenza, vi sono i turisti che hanno scelto di scoprire le bellezze bruzie durante le vacanze in Calabria. Il centro cittadino non appare affatto vuoto. Su corso Mazzini sono in tanti a passeggiare e godersi il tempo libero, mentre le auto continuano ad affollare via Misasi. Ecco le motivazioni di chi ha deciso di fermarsi a Cosenza ad Agosto.

 

COSENTINI

“Non ci sono soldi, non si può andare in vacanza” afferma una signora di mezza età dopo aver parcheggiato l’auto in via Cattaneo. A fargli da eco sono due uomini che passeggiano su corso Mazzini che con allegria. senza alcun imbarazzo, spiegano chiaramente: “Siamo senza soldi e senza lavoro. Dove dovremmo andare?”. E c’è anche chi in questa condizione gioisce del maltempo: “Vivo di precariato per questo, mio malgrado, devo restare a Cosenza il 15 Agosto. Per fortuna il clima è fresco e ho constatato con piacere che la città tra turisti e residenti non è vuota. I supermercati sono aperti, non siamo isolati”. Chi ha un’attività invece è costretto a trascorrere la giornata in città: “Siamo tra i pochi esercizi commerciali che oggi non chiudono, non possiamo muoverci dobbiamo lavorare”. C’è poi invece chi ha preferito rimanere a Cosenza pur essendo in vacanza. “Eravamo al mare, – afferma una coppia ferma su via Alimena a guardare le vetrine – siamo tornati ieri per fare delle commissioni e tra pioggia e traffico abbiamo scelto di non ripartire”. Il più soddisfatto di questa scelta è un filippino a piazza Kennedy che dice di essere contento perché con i suoi connazionali ha organizzato un pranzo a casa e sarà per lui una giornata di vera festa.

 

TURISTI

Tra i dinosauri di corso Mazzini è possibile incontrare anche qualche turista. Sono in pochi, ma si dicono tutti ”piacevolmente sorpresi da Cosenza”. “Veniamo da Padova e ci siamo fermati qui per vedere la città – afferma una donna accompagnata da marito e figli – stiamo vagando senza meta per ora abbiamo visto solo il Museo all’Aperto Bilotti, poi andremo nel centro storico. Si sta davvero bene rispetto al Veneto dove l’afa in città è soffocante. Ci piace molto Cosenza, non la conoscevamo. Se mai dovessimo vincere alla lotteria – dice sorridendo – sicuramente verremmo ad abitare qui“. Una coppia di giovani romani diretta in Sicilia che ha deciso di ‘spezzare’ il viaggio fermandosi a Cosenza si definisce stupita dalla città: “Non ci aspettavamo fosse così bella. Ci siamo fermati solo perché è vicina all’autostrada ed eravamo stanchi. Peccato che sia un luogo poco conosciuto, si sta così bene, sia i luoghi che le persone sono fantastici. Abbiamo già deciso che ogni volta che passeremo dal nord della Calabria in auto faremo tappa fissa a Cosenza. Vogliamo tornare e farla visitare anche ai nostri amici”.