ASCOLTA RLB LIVE
Search

Si aggirava per strada con un coltello, in manette sorvegliato speciale

Con precedenti specifici per droga, l’uomo ha violato la sorveglianza speciale. Poco prima dell’alba, armato di coltello si aggirava nei pressi del piazzale autolinee. I carabinieri lo hanno riconosciuto e bloccato

 

COSENZA – Il lavoro dell’Arma non si ferma mai, anche in questi giorni di festa, con controlli a tappeto in città per la tutela del territorio e la sicurezza del cittadino. I militari dell’Aliquota radiomobile al comando del maresciallo Italiano, hanno verificato tutti gli individui sottoposti a misura cautelare: dagli arresti domiciliari, agli obblighi di dimora, ai sorvegliati speciali. E proprio durante la notte appena trascorsa, poco prima dell’alba una pattuglia della compagnia di Cosenza diretta dal tenente Augusto Petrocchi ha notato un uomo aggirarsi a piedi nei pressi delle autolinee. Riconosciuto il sorvegliato speciale è stato bloccato nell’immediatezza.

Durante il controllo, effettuata la perquisizione, nelle tasche dell’uomo, R.M. 49 anni, i carabinieri hanno rinvenuto un coltello con una lama lunga 18 cm. Alla domanda del perchè si trovasse fuori di casa e in possesso di un’arma da taglio, non ha saputo fornire spiegazioni. Il 49enne è stato dunque tratto in arresto per violazione della sorveglianza speciale (con obbligo di rientro a casa alle 21 di sera e fino alle 7 del mattino successivo) ed è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Il 49enne ha precedenti specifici per reati di droga e spaccio. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti non si esclude che il sorvegliato speciale potesse trovarsi fuori casa, di notte, per incontrare qualcuno in merito all’acquisto di sostanza stupefacente.

Il giudice monocratico durante il rito per direttissima ha convalidato l’arresto, disponendo la custodia cautelare in carcere