ASCOLTA RLB LIVE
Search

‘Qui nessuno √® straniero’, Festival delle migrazioni ad Acquaformosa (PROGRAMMA)

Gli organizzatori del Festival ‘odiato’ da Salvini hanno riservato un premio per l’accoglienza al ministro dell’Interno per mostrare le conseguenze della ”criminalizzazione della solidariet√†”. Previsti concerti di Eugenio Finardi e Sud Sound System

 

ACQUAFORMOSA (CS) – ‘No a Salvini, s√¨ alle Ong’. Con questo slogan si apre il Festival delle Migrazioni di Acquaformosa presentato, gioved√¨ 9 agosto, nel Salone degli¬†Specchi della Provincia di Cosenza. Manifestazione in programma dal 23 al 26 agosto, giunta alla sua settima edizione, rappresenta un evento affermato a livello europeo. Uno dei principali momenti di discussione sul tema delle migrazioni. Organizzato dall’associazione don Vincenzo Matrangolo che gestisce i progetti Sprar, con la collaborazione del Comune di Acquaformosa, della Regione Calabria e dell Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, quest’anno il Festival delle Migrazioni ha inteso lanciare una provocazione al ministro dell’Interno Salvini a cui ha riservato come Premio per l’Accoglienza un dipinto che rappresenta il dramma che sta provocando la ”criminalizzazione della solidariet√†”.

 

Nel 2016 la manifestazione √® stata presa di mira da Matteo Salvini e dai suoi sostenitori. L’attuale Ministro dell’Interno, riferendosi al Festival delle Migrazioni di Acquaformosa, aveva scritto: ‚ÄúSappiamo dove mandare i clandestini‚ÄĚ. A ci√≤ era seguita una raffica di commenti razzisti e offensivi dei leghisti, con striscioni contro Giovanni Manoccio Vicesindaco e Assessore all‚ÄôAccoglienza del Comune di Acquaformosa. Quest’anno nell’invitare il premier a partecipare¬†al Premio Acquaformosa che Accoglie. “Un riconoscimento – afferma Manoccio – che vorrei dare al ministro Matteo Salvini per far capire qual’√® ‘la pacchia’. Vorremmo far diventare una mentalit√† il nostro modello di accoglienza basato sull’integrazione e non sui respingimenti.

 

Bimbi, donne, centinaia di persone lasciate vagare per il Mediterraneo in balia dei campi di concentramento libici rappresentano il trionfo dell’egoismo. Preferiamo le ONG. ‘Qui nessuno √® straniero’ il cartello che abbiamo apposto in pi√Ļ luoghi e in tutte le scuole del Comune di Acquaformosa. Il razzismo sta inquinando l’essenza dei calabresi da sempre ospitali e accoglienti. Proponiamo una societ√† diversa”.¬†Nell‚Äôedizione 2017, oltre 50 testate giornalistiche di tutto il mondo hanno parlato dei contenuti del Festival e del premio Acquaformosa che Accoglie. Occasione in cui¬†l‚Äôabbraccio tra il Vescovo di Cassano, Monsignor Francesco Savino e l‚ÄôImam di Acquaformosa Ahmed Berrou √® stato uno dei pincipali gesti di pace dell’anno.

 

Antonio Modaffari Responsabile Comunicazione del Festival delle Migrazioni e¬†Antonio Blandi Responsabile del Progetto Festival delle Migrazioni hanno illustrato alla stampa¬†il programma della settima edizione del Festival delle Migrazioni. “Il nostro paese dagli inizi del secolo scorso ad oggi √® terra di emigrazione. E’ cresciuto grazie alle rimesse di chi era partito per lavorare in Germania o in America. Negli ultimi anni Acquaformosa – spiega Vincenzo De Angelis presidente dell‚ÄôAssociazione Don Vincenzo Matrangolo – √® diventata terra di migrazione, di accoglienza. Un fiume di persone in uscita ed in entrata. Unite dal sogno di migliorare la propria vita e quella della propria famiglia. L’unica differenza √® che chi arriva in Italia scappa anche a causa di guerre o catastrofi naturali. E’ a loro che √® dedicato questo evento che abbiamo deciso otto anni fa di chiamare Festival delle Migrazioni di Acquaformosa¬†“. Mission: la sensibilizzazione verso una delle pi√Ļ grandi emergenze della storia recente. Quella delle migrazioni, una tematica che il Festival porta all’attenzione per stimolare gesti quotidiani di accoglienza. Scopo che si prefigge da anni, attraverso convegni, dibattiti e testimonianze illustri. Oltre a musica, gastronomia e intrattenimento.

 

 

PROGRAMMA FESTIVAL DELLE MIGRAZIONI ACQUAFORMOSA

 

23 AGOSTO

Ore 10:00 Centro minori La Casa di Roberta Lanzino – Laboratori musicali a cura del cantastorie senegalese Badara Seck

Ore 17:00 Sala ex Biblioteca comunale – Incontro formativo per gli operatori dei progetti SPRAR con Padre Mussie Zeral e Maurizio Alfano

Ore 21:00 Piazza Papas Vincenzo Matrangolo РGiornata a sostegno delle ONG: Porti e menti aperti. Sì ai diritti, No alle discriminazioni. Tra i relatori: ANPI Calabria, Cgil Calabria, Save the Children, Emergency, Unhcr, Open Arms, Padre Mussie Zerai, Asgi, Medecins du monde, Legacoop Calabria Immigrazione, Presidente Provincia di Cosenza, Assessore Servizi Sociali e Lavoro della Regione Calabria, Arci Calabria, Agora Kroton, GD Calabria.Modera e coordina il giornalista del Manifesto, Silvio  Messinetti.

 

Cena etnica finale offerta dell’Associazione Don Vincenzo Matrangolo

 

Durante la serata:

– Esibizione dell’artista senegalese Badara Seck;
РProiezione video sui soccorsi in mare e/o sulle attività delle ONG partecipanti;
– Esposizione dei lavori del laboratorio di cucito delle beneficiarie ospiti del progeto SPRAR di Aquaformosa

 

 

24 AGOSTO

Ore 10.00 Centro minori La casa di Roberta Lanzino – Laboratori Musicali a cusa del cantastorie senegalese Badara Seck

Ore 18:00 Piazza Papas Vincenzo Matrangolo – Animazione, spettacolo di equilibrismo e giocoleria a cura di Demo

Ore 19:00 Sala ex Biblioteca Comunale – Inaugurazione mostra del pittore Arbereshe Francesco Senise

Ore 21:30 Piazza Limonello –¬†Concerto di Eugenio Finardi

 

 

25 AGOSTO

Ore 10.00 Centro minori La casa di Roberta Lanzino – Laboratori Musicali a cusa del cantastorie senegalese Badara Seck

Ore 18:00 Piazza Papas Vincenzo Matrangolo –¬†Animazione a cura di Team Fun Universe: baby dance, truccabimbi, giochi di animazione, mini disco e scivoli gonfiabili

Ore 21:00 Piazza Papas Vincenzo Matrangolo –¬†Seconda edizione del premio “Acquaformosa che accoglie“.¬†Riceveranno il premio: l’associazione La Terra di Piero, il giornalista Jacopo Storni, le docenti dell’Universit√† della Calabria Donatella Loprieno e Maria Francesca D’Agostino, Padre Mussie Zerai per l’impegno umanitario. Intervisteranno i premiati: MAURIZIO ALFANO e ANTONIO MODAFFARI.

 

Cena etnica finale offerta dell’Associazione Don Vincenzo Matrangolo

 

Durante la serata:

 

– Canti e musica del Senegal con Badaran Seck

РCanti e musica Arbereshe a cura di Anna Stratigò con esibizione finale del coro Vuxhe Grash

– Esposizione dei lavori del laboratorio di cucito delle beneficiarie ospiti del progetto SPRAR di Acquaformosa

 

26 AGOSTO

Ore 19.00 – Piazza Limonello,¬†Sfilata del sarto della Costa d’Avorio Issiaka Tapsoba residente ad Acquaformosa ed ex ospite dell’Associazione Don Vincenzo Matrangolo

 

A seguire concerto Sud Sound System

 

Tutte le iniziative sono gratuite