Omicidio Marincolo, interrogati Attanasio, Miceli e Abruzzese

Per gli inquirenti Mario Attanasio avrebbe procurato la moto utilizzata per commettere l’omicidio e la semiautomatica 9×21”; Umile Miceli avrebbe eseguito i sopralluoghi e gli spostamenti di Marincolo nei giorni precedenti l’omicidio; Giovanni Abruzzese avrebbe partecipato ad una riunione

 

COSENZA – Primi interrogatori di garanzia per l’omicidio di Francesco Marincolo soprannominato “U biondo”, avvenuto il 27 luglio del 2004 a Cosenza, a soli 42 anni, mentre si trovava a bordo di una Fiat 500. Per questo omicidio finisconoin carcere Carlo Lamanna, Giovanni Abruzzese, Mario Attanasio e Umile Miceli (difesi dagli avvocati Gianluca Acciardi, Antonio Quintieri, Paolo Pisani, Marcello Manna, Angela D’Elia, Giuseppe Bruno). Indagati i collaboratori di giustizia Daniele Lamanna fratello di Carlo, e Adolfo Foggetti. Tra gli indagati risulta anche Michele Bruni, oggi deceduto, figlio di Bella Bella. E la morte di Marincolo è da ritenersi legata proprio a quest’ultimo, per vendedicare l’omicidio del padre Francesco senior Bruni (Bella – Bella) ucciso il 29 luglio del 1999. Ad incastrarli le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia tra cui la moglie di Michele Bruni

Questa mattina davanti al gip Branda gli indagati Attanasio (difeso dagli avvocati Gianluca Acciardi e Giuseppe Bruno), e Miceli (difeso dagli avvocati Paolo Pisani e Angela D’Elia) hanno risposto alle domande dichiarandosi estranei alla vicenda. Abruzzese (difeso dall’avvocato Antonio Quintieri e Giorgia Greco), detenuto nel carcere di Parma in regime di 41bis, si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere. Attanasio, in particolare, si è difesto strenuamente sottolineando che lui è estraneo ai fatti in contestazione e tra l’altro, per le dichiarazioni di questi collaboratori ha subito due processi da cui è stato assolto, sia come partecipe al caln Bruni nell’operazione Telesis, che come partecipe del clan Serpa – Bruni – Tundis nell’operazione Tela del Ragno. Nei prossimi giorni verrà sentito Carlo Lamanna accusato di aver condotto la moto su cui Michele Bruni avrebbe eseguito l’omicidio di Marincolo e il ferimento di Moretti

 

CLICCA PER APPROFONDIRE