ASCOLTA RLB LIVE
Search
armi e droga

Cosenza, rinvenute armi e macchinari per la produzione di munizioni nel centro storico, un arresto

Sequestrate 21 piantine di marijuana, 3 fucili da caccia, 1 carabina, 654 cartucce calibro 12 e macchinari per la produzione domestica di munizioni

 

COSENZA – Un lavoro eccellente quello svolto dai militari dell’Arma della compagnia di Cosenza diretta dal capitano Passaquieti. In particolare i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile coordinata dal maresciallo Italiano del Norm alle dipendente del tenente Petrocchi, hanno scovato in un’abitazione del centro storico una piccola serra per la coltivazione di marijuana e armi e munizionamento con, nello specifico e in modo del tutto originale, un macchinario per la produzione del munizionamento.

armi e drogaDurante la notte è stato tratto in arresto, in flagranza di reato, un 42enne cosentino, pregiudicato, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, con l’accusa di detenzione abusiva di armi e munizioni nonché di coltivazione di sostanza stupefacente. Nello specifico, i Carabinieri hanno effettuato un blitz presso l’abitazione del 42enne nel centro storico di Cosenza per i controlli di routine ma, una volta acceduto all’interno dell’appartamento, hanno notavano un odore che richiamava alla marijuana. I militari hanno deciso quindi di procedere ad immediata e meticolosa perquisizione domiciliare rinvenendo, in una piccola serra posta vicino al davanzale, 6 vasi con all’interno 21 piantine di marijuana in fase di coltivazione.

L’attività di controllo ha permesso di scovare, celati all’interno di un armadio, 3 fucili da caccia calibro 12 illegalmente detenuti, 1 carabina ad aria compressa, 1 cartuccera con all’interno 30 cartucce a pallini calibro 12, 654 cartucce calibro 12 varie marche delle quali 10 a palla unica e le restanti a pallini nonché 3 confezioni con polvere da sparo dal peso complessivo di oltre 1,2 kg e macchinari per la realizzazione domestica delle munizioni. Gli investigatori hanno avviato le indagini volte ad accertare eventuale utilizzo di armi e polvere da sparo. Il tutto è stato sottoposto a sequestro mentre l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e trattenuto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari a disposizione della Procura di Cosenza.