ASCOLTA RLB LIVE
Search

Controlli dei carabinieri a Cosenza, nel mirino via degli Stadi (VIDEO)

Un imponente dispiegamento di forze dall’alba fino al primo pomeriggio ha perlustrato i quartieri nell’ambito di un servizio preventivo di controllo del territorio

 

COSENZA -Blitz dell’Arma alle prime ore dell’alba nel quartiere di San Vito, una città nella città, in cui si vive una vita diversa con regole diverse. Un servizio preventivo strutturato dal comando provinciale dei Carabinieri di Cosenza con il tenente colonnello Piero Sutera, d’intesa con la Procura della Repubblica bruzia, sotto il coordinamento del procuratore capo Mario Spagnuolo, che ha visto coinvolti 150 carabinieri della compagnia cittadina coordinata dal capitano Jacopo Passaquieti, supportati dalla squadriglia dei cacciatori di Calabria, dalle unità cinofile e dai carabinieri Forestali. Un’azione preventiva quella esercitata ieri, che ha voluto sottolineare  “la presenza dello Stato anche in circuiti cittadini che appaiono un po’ al di fuori della legalità”. Sei le persone arrestate per furto di energia elettrica, note alle forze dell’ordine per precedenti penali, nove le persone denunciate sempre per energia elettrica e occupazione abusiva. Settanta le utenze gas controllate di cui 37 staccate, 17 i veicoli posti sotto sequestro e portati via con carro attrezzi. Sequestrata anche una piazzetta piena di rifiuti speciali. 

Sono state perlustrate due aree al di fuori del circuito cittadino, 70 appartamenti (zona piazza Da Locri, dove si trovano gli alloggi gestiti dall’Aterp, considerata la parte bassa di San Vito e piazza Silvio Taranto, la parte alta del quartiere ormai in gestione al Comune), unitamente ai funzionari degli enti, accompagnati dai tecnici dell’Enel e dell’Italgas. La presenza massiccia dell’Arma, con un numero cospicuo di carabinieri schierati, con una zona di cinturazione, filtraggio, ha da subito fatto venire meno qualsiasi idea della turbativa dell’ordine pubblico, per cui alla fine chi si trovava in quel momento all’interno degli alloggi ha accettato di essere parte di questa verifica. Il servizio non è ancora terminato. I dati forniti potrebbero essere provvisori, i carabinieri attendono ulteriori verifiche demandate ad altri organi competenti, quale il comune e l’Aterp. Particolare attenzione è stata data all’aspetto ambientale sfruttando la competenza dei carabinieri Forestali di Cosenza; sequestrate due aree con enormi rifiuti speciali e pericolosi, tra cui carcasse di auto e pneumatici. Si procederà alla bonifica nei giorni prossimi.

 

Il blitz per ripulire dall’illegalità

 

SUTERA PICCOLA

Il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Cosenza, il tenente colonnello Piero Sutera

L’obiettivo dell’operazione è stato spiegato dal comandante provinciale dell’Arma, il tenente colonnello Piero Sutera: «La cosa più importante oggi non è parlare di dati e risultati, ma quanto sottolineare  la presenza dello Stato anche in circuiti cittadini che appaiono un po’ al di fuori della legalità. E’ importante per i cittadini sapere che quando si parla di legalità lo si fa non con uno slogan ma con delle azioni concrete. E questo servizio vuole affermarlo in maniera forte e perentoria». «I risultati sono una serie di allacci abusivi alla rete elettrica, idrica, del gas, sulle occupazioni abusive di alloggi, accertamenti che sono chiaramente ancora in divenire. Ad oggi posso dire che abbiamo arrestato sei soggetti già con pregiudizi penali per furto di energia elettrica, altri sette deferiti in stato di libertà per una serie di reati ma soprattutto riaffermare la presenza dello Stato. Si è guardato ad una serie di elementi che apparentemente potrebbero apparire secondari; per esempio l’aspetto ambientale. Sono state rinvenute numerose carcasse di auto depredate e abbandonate sul suolo pubblico e abbiamo inteso coinvolgere i carabinieri Forestali sfruttando la loro specifica mirata competenza. Sono state trovate numerose auto sprovviste di copertura assicurativa  per cui si fa riferimento ad un servizio dell’Arma effettuato con una copertura di 360 gradi»

 

San Vito, “una città nella città”

«Ha una funzione preventiva e di riaffermazione dello Stato là dove si parla di ambienti che appaiono ormai totalmente fuori  da ogni forma di legalità – spiega il tenente colonnello Sutera -; 37 distacchi del gas, 10 distacchi Enel, procedimenti amministrativi per morosità: ci sono gli organi preposti che stanno verificando  (da una parte il comune, dall’altra l’Aterp) se gli originari assegnatari di questi alloggi coincidono con quelli che sono gli attuali possessori. Noi abbiamo identificato centinaia di persone  oltre a valutare numerosi mezzi parcheggiati, proprio per capire effettivamente se chi occupa questi alloggi lo fa con un titolo».

 

 Abusi edilizi, nuove costruzioni al posto di giardini

«Gli alloggi sono stati trasformati – spiega Sutera-, sia nelle palazzine poste nella parte alta del quartiere, ma anche all’interno con muri abbattuti; sono stati uniti due alloggi per farne uno formato “magnum”, che da un’idea di come quell’ambito territoriale non sia stato mai evidentemente attenzionato con il dovuto impegno dagli addetti ai controlli».

 

Il lavoro di prevenzione

«Lavoreremo su due fronti – ha concluso il comandante provinciale dell’Arma di Cosenza-: il primo è attendere l’esito di queste verifiche che “sfuggono alla nostra competenza”. Spero che ci sia una adeguata ed immediata risposta da parte degli organi competenti, per esempio il comune  in ordine agli alloggi. Poi da qui capiremo quali altri provvedimenti saranno necessari . Sul fatto che ci saranno altri servizi non posso escluderlo. Ci sono altre aree da non sottovalutare. L’operazione di oggi è soltanto un inizio, non abbiamo risolto definitivamente la problematica ma abbiamo iniziato  a parlare di legalità concretamente»

 

GUARDA LE FOTO

 

 

 

 

GUARDA IL VIDEO

 




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config