ASCOLTA RLB LIVE
Search
Piazza Bilotti2

Piazza Bilotti, soppalco in acciaio, arriva il no dalla Regione Calabria: l’opera è abusiva

 

La struttura violerebbe anche le norme antisismiche perché sprovvista di scala. La richiesta non è stata trasmessa in sanatoria ma con un progetto ex novo. Bisogna demolire oppure presentare in tempi brevi un progetto in sanatoria

 

COSENZA – C’è piazza Bilotti, il punto ristoro o più propriamente il fast food americano Mc Donald’s, il comune di Cosenza, la Regione Calabria, la ditta Bilotti parking e il blocco totale delle attività. C’è un soppalco costruito abusivamente che oggi fa l’ago della bilancia. Ancora una volta si gioca alle così dette “catene di Sant’Antonio” dove i fatti rimbalzano da più tempo, si ingigantiscono e ritornano ma alla fine il verdetto è sempre lo stesso, ma soprattutto era già stato annunciato da tempo, come ad esempio, tra i tanti proprio dal consigliere comunale de “La Grande Cosenza” Carlo Guccione, con un esposto alla Procura

Andiamo per ordine. E’ datata 11 gennaio la comunicazione da parte della Regione Calabria Infrastrutture e Lavori Pubblici con parere negativo sul progetto di riqualificazione e rifunzionalizzazione ricreativo – culturale di piazza Bilotti  e la realizzazione di un soppalco in acciaio. In pratica la struttura in acciaio non è autorizzata, quindi è abusiva. Per i funzionari che hanno bocciato la richiesta, tra cui, ironia della sorte, l’ex segretario del sindaco Occhiuto, il geometra Giuseppe Cirò (l’altro funzionario è l’ingegnere Antonio Cairo), la motivazione sarebbe che la stessa è stata trasmessa il 15 dicembre scorso, Ex – Novo e non in sanatoria.

Da ricordare che Carlo Guccione dopo la richiesta della ditta Bilotti Parking srl aveva a sua volta presentato un esposto  alla Procura in cui presentava la sussistenza di opere abusive costruite nella zona destinata al ristoro e, quindi, al Mc Donald’s. Il legale di fiducia del consigliere comunale aveva anche inviato una richiesta al primo cittadino Occhiuto e al comandante della municipale De Rose e per conoscenza al Genio Civile della regione Calabria in cui richiedeva un immediato sopralluogo nel parcheggio interrato di piazza Bilotti con particolare riferimento al soppalco in acciaio. Sopralluogo che è avvenuto il 29 dicembre ad opera di due agenti della municipale che giunti sul posto avrebbero constatato la presenza del soppalco senza potervi accedere perché mancherebbe la scala, configurandosi anche la violazione delle norme sismiche . Ieri la nota a firma del funzionario del settore infrastrutture , il geometra Giuseppe Cirò, invia l’ultimatum: o l’opera si demolisce, e anche in fretta, oppure il deposito in tempi previ del progetto in sanatoria che ripari la struttura costruita priva di autorizzazione.

In tutto questo la ditta Bilotti Parking dovrà pagare una multa salata. Sembra una lunga e interminabile pellicola di una serie televisiva dove l’attore principale rimane sempre piazza Bilotti dove dal momento del “concepimento” non riesce a risorgere dalle “macerie”: la crisi dei negozianti negli anni della costruzione; il fermo dei lavori per il mancato pagamento degli operai; l’operazione della Dda a cui seguirono arresti importanti con il coinvolgimento della struttura e oggi il soppalco abusivo. E la storia continua…