ASCOLTA RLB LIVE
Search
ZTL Cosenza

La Commissione Trasporti licenzia all’unanimità i tariffari per l’accesso alle ZTL degli autotrasportatori

L’ultimo imminente passaggio sarà l’approvazione in Consiglio comunale

 

COSENZA – La Commissione consiliare Trasporti, presieduta dal consigliere Gisberto Spadafora, si è molto soffermata sull’avvio delle ZTL (Zone a Traffico Limitato) e le problematiche gestionali connesse, con particolare attenzione alla categoria degli autotrasportatori che alle ZTL  accedono per il carico e scarico merci. Dopo una fase di ascolto e di confronto con la categoria per meglio comprenderne le esigenze, nell’ultima seduta dell’organo consiliare le stesse sono state portate a sintesi nell’elaborazione di un tarrifario dettagliato che, approvato all’unaimità, avrà la ratifica definitiva nella prima seduta utile del Consiglio comunale.

È lo stesso Presidente Spadafora a comunicare quanto approvato in Commissione Trasporti. Premesso il costo zero per i veicoli ibridi ed elettrici, le tariffe per gli autotrasportatori sono così suddivise:

Tariffe1

I veicoli trasporto merci, ad esempio i corrieri, che abbiano necessità di accesso una tantum, potranno pagare, indipendentemente dalla classe di inquinamento, una quota giornaliera di € 10 o potranno attivare un abbonamento mensile al costo di € 40. Sono state anche disciplinate le tariffe per i mezzi adibiti al trasporto di materiali edili sui cantieri autorizzati. In questo caso sono tre le fasce, a seconda del numero di giorni previsto per la suddetta attività:

Tariffe2

La modalità di accesso è regolata dalla comunicazione del numero di targa del mezzo. Le fasce orarie in cui è invece possibile accedere alle ZTL in maniera gratuita vanno dalle 6.30 alle 8.45 e dalle 14.00 alle 15.30. Nella stessa seduta, su proposta dei consiglieri Damiano Covelli e Bianca Rende, il Presidente Spadafora si è fatto carico di chiedere, per tramite dell’assessore ai trasporti Michelangelo Spataro, la proroga al 31 dicembre della fase sperimentale delle ZTL e quindi l’avvio delle sanzioni, impegnandosi contestualmemte ad intensificare l’informazione ai cittadini.