ASCOLTA RLB LIVE
Search
cucunato-e1451996608228

Appalti al Comune di Cosenza, l’ex dirigente non più interdetto dai pubblici uffici

Il gip ha accolto la richiesta di revoca della misura interdittiva in quanto l’architetto risulta oggi in pensione

 

COSENZA  –  L’architetto Domenico Cuconato non è più interdetto dai pubblici uffici. L’ex dirigente del Comune di Cosenza travolto nell’inchiesta sulla corruzione nell’affidamento degli appalti pubblici risulta oggi pensionato. Per questo motivo il gip del Tribunale di Cosenza Giuseppa Ferrucci ha inteso accogliere la richiesta di revoca della misura cautelare dell’interdizione temporanea dai pubblici uffici. Non ci sarebbe alcun pericolo che l’architetto, secondo il giudice, possa reiterare il reato o inquinare le prove. Già negli anni Cuconato era stato indagato per una serie di irregolarità nei lavori su piazza Bilotti, dove per l’avvio del cantiere aveva presentato una perizia idrogeologica facendo copia – incolla di un datato documento. La Procura di Cosenza all’epoca archiviò la sua posizione in quanto ritenne che il caso non costituisse reato.

 

 

LEGGI ANCHE

 ‘Pentiti’ e lavori pubblici a Cosenza, dichiarazioni e appalti ‘incriminati’

 

Appalti ‘allegri’: lavori gratis a casa della figlia di Bartucci in cambio di commesse per la CMT

 

 Cosenza, favori e appalti “spezzatino” per gli amici. 14 indagati, tre sono dirigenti comunali (NOMI e VIDEO)

 

Occhiuto ci ricasca: ancora lavori alle solite ditte “amiche”

 

Appalti a Cosenza, 400 milioni di euro di lavori pubblici per ipnotizzare i cittadini

 

Cosenza inaugura il ‘parcheggio di Franco Muto’. Ecco cosa raccontano i ‘pentiti’