ASCOLTA RLB LIVE
Search

Case disabitate e famiglie senza casa. A Cosenza 12mila appartamenti vuoti e 3mila senzatetto

COSENZA – Una situazione paradossale creata da decenni di speculazione edilizia e di gestione clientelare degli alloggi popolari. 

Due fenomeni che si ripercuotono drammaticamente sui nuclei familiari più deboli, coinvolgendo disoccupati, precari, migranti, ragazze madri e pensionati. Per loro la casa non c’è. Così oggi la Calabria si trova ad avere un’offerta di case vuote che è oltre dieci volte il fabbisogno che c’è con case senza abitanti e abitanti senza casa. “Eppure – spiega l’urbanista Alberto Ziparo – in Italia ci sono 32milioni di appartamenti, di questi 8 milioni sono vuoti. In Calabria abbiamo 400mila case vuote, in provincia di Cosenza 120mila. Nell’area urbana tra Cosenza e Rende vi sono 30mila stanze vuote e 12mila appartamenti vuoti per tremila persone senzatetto. Il disagio abitativo non dovrebbe esistere. Questo costruire che ha devastato non solo il paesaggio calabrese, in cui si registrano i dati più vergognosi, ma l’intera Italia, è stato realizzato per rispondere alla speculazione fondiaria edilizia che si è oggi trasformata in una rendita che sta solo nel mercato finanziario. Mi spiego: si costruiscono case, non si offrono al mercato sociale, e si usano come portafoglio di base di fondi di investimento virtuale. Un gioco a cui partecipa meno dell’1% della popolazione.

 

In Italia si contano quattro abitanti ad edificio, in Calabria due abitanti e mezzo. In questa regione ci sono 750mila edifici per due milioni di persone. E’ la punta più alta d’Europa per basso coefficiente di utilizzo delle strutture abitative. Ci sono oltre 400mila appartamenti vuoti, in Calabria non si deve costruire in più! Anzi. Bisogna tassare pesantemente chi possiede la quarta, quinta, decima casa vuota. Perché non si tratta più del cittadino che ha ereditato la casa dei genitori defunti o possiede una casetta al mare, ma di speculatori. Non è più accettabile che le case nuove in mano alle immobiliari vengano lasciate, vuote dichiarate beni destinati alla vendita, e quindi non tassabili, mentre chi ne detiene la proprietà li usa per fare operazioni in finanza. La ‘ndrangheta ha tutto l’interesse nel tenere le case vuote. Le ‘ndrine hanno utilizzato l’edilizia per riciclare il denaro e crearne un ciclo economico tale da fruttare centinaia di migliaia di euro. Costruendo case senza domanda si trova la ‘lavanderia’ per il capitale criminale”.

 

A ciò si aggiunga che da circa un decennio l’Aterp, a Cosenza, non assegna più alloggi popolari mentre di giorno in giorno gli scandali al suo interno colorano le pagine dei quotidiani. Alloggi in cambio di sesso, assunzioni in cambio di voti, appalti in odor di ‘ndrangheta e mazzette. Una delle ultime inchieste ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati per abuso d’ufficio, di ben undici noti politici calabresi nella vicenda dell’assegnazione dei bandi per la costruzione di nuovi alloggi a canone agevolato. Giuseppe Scopelliti, in prima fila, accompagnato dai suoi ex assessori: Antonella Stasi ex vicepresidente della Regione, Giacomo Mancini ex assessore al Bilancio, Francesco Pugliano ex assessore all’Ambiente, Pietro Aiello ex assessore all’Urbanistica (oggi senatore), Francescoantonio Stillitani ex assessore al Lavoro, Domenico Tallini ex assessore al Personale rieletto ed oggi neoconsigliere, Mario Caligiuri ex assessore alla Cultura, Stefano Antonio Caridi ex assessore alle Attività Produttive ora senatore, Fabrizio Capua ex assessore all’Internazionalizzazione e Michele Trematerra ex assessore all’Agricoltura. Nella vicenda sarebbe coinvolto anche il vicepresidente del Consiglio regionale Pino Gentile che all’epoca risultava essere asssessore ai Lavori Pubblici della Regione Calabria, che anche se ad oggi pare non risulti essere indagato in questa inchiesta, non fece mancare la sua presenza nel turbinio che travolse l’Aterp di Cosenza portando all’arresto di un funzionario, Oscar Fuoco il quale avrebbe assecondato le richieste della criminalità organizzata cosentina agevolando gli esponenti nell’ottenere l’assegnazione di alloggi. 

 



Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config