ASCOLTA RLB LIVE
Search
farsetta e belladonna

Aggredita e rapinata mentre va dal medico con i figli minori, arrestata coppia di cosentini

I due sono accusati di aver aggredito, minacciato con una pistola e rapinato una donna, a Cosenza, nei pressi di via Panebianco mentre era in compagnia dei suoi due figli, minorenni

 

COSENZA – Sono stati arrestati questa mattina, a conclusione di una serrata attivitĂ  di indagine, dalla Squadra Mobile, Luigi Belladonna di 43 anni e Monica Farsetta di 28, entrambi di Cosenza con l’accusa di rapina aggravata e l’uomo, anche di violazione degli obblighi derivanti dal regime di sorveglianza speciale. I fatti risalgono al 7 agosto scorso. La donna era in via Beato Angelo d’Acri a Cosenza e si stava recando presso uno studio medico assieme ai suoi due figli minori. Appena entrata all’interno dell’ascensore del palazzo è stata affrontata dall’uomo che l’ha bloccata e dopo averla minacciata con una pistola, che asseriva di avere nascosta addosso, l’ha obbligata a consegnarli il denaro che aveva nella borsetta (circa 300 euro) e la fede nuziale, fuggendo poi via.

L’uomo era stato descritto da alcuni testimoni di apparente etĂ  intorno ai 45 anni, alto circa 1.80, corporatura molto robusta e con pancia pronunciata e viso tondo, capelli neri tagliati cortissimi, carnagione scura, portava occhiali da sole scuri con montatura quadrata, maglietta a maniche corte di colore rosso, pantaloni lunghi, scarpe di colore nero, chiuse con lacci, vecchie e sporche, si esprimeva in italiano ma con chiara e forte inflessione dialettale locale.

Scattate le indagini i poliziotti sono arrivati ad identificarlo e la conferma è arrivata anche dalla visione dei filmati dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona nonchĂ© dal monitoraggio dei pregiudicati per reati specifici. Così gli agenti della Mobile hanno ricostruito anche le fasi precedenti e successive alla rapina: dall’arrivo del malvivente a bordo di un’auto, una Fiat Punto nella quale è stata rilevata la presenza di una seconda persona, identificata poi nella 28enne. Belladonna è stato portato in carcere mentre la 28enne è stata assegnata agli arresti domiciliari.