ASCOLTA RLB LIVE
Search
venditori-abusivi3

Venditori abusivi a Cosenza: richiesta una task force per contrastare il fenomeno

Il consigliere Morcavallo chiede al sindaco una task force da impiegare per il controllo e la repressione dell’abusivismo in città.

 

COSENZA – “Più l’isola pedonale di Cosenza si amplia, e diventa la zona commerciale per eccellenza della nostra città, e più ‘furbetti’ ne approfittano!” così esclama Enrico Morcavallo (capogruppo Grande Cosenza). “Infatti, – continua il consigliere – da un po’ di tempo, un problema molto sentito in città è quello dell’abusivismo. I ‘commercianti’ abusivi o semi abusivi sono tutti coloro i quali, senza alcuna autorizzazione amministrativa, occupano il suolo pubblico sia per trarne lucro, tramite la vendita di prodotti di vario genere in maniera totalmente illegale o addirittura contraffatti, oppure chi per altri fini, occupa, anche temporaneamente, porzioni di suolo pubblico. Se si percorre Corso Mazzini si può vedere come, in molte zone dell’isola pedonale, siano presenti banchetti di ogni genere che vendono prodotti diversi: frutta e verdura, abbigliamento, giochi per bambini, ecc.; ma non solo, infatti, vengono posizionati proprio accanto all’ingresso dei negozi del centro città!

Ma questa non è l’unica tipologia di ‘commerciante’ abusivo, infatti a comportarsi in maniera poco consona sono anche alcuni dei proprietari o gestori di attività commerciali come bar o ristoranti che collocano sedie e tavolini sul territorio antistante la propria attività commerciale (invadendo anche le piste ciclabili), ma senza alcuna autorizzazione per l’occupazione del suolo comunale. Si deve porre fine una volta per tutte all’atavico problema, ci vuole tolleranza zero nei confronti di chi non rispetta le regole! Molti dei commercianti che hanno le attività collocate legalmente sull’isola pedonale di Cosenza sono giustamente indignati perché, a differenza di tutti questi abusivi, pagano regolarmente non solo i tributi comunali ma anche l’affitto del magazzino e/o del suolo pubblico su cui svolgere la propria attività commerciale.

L’abusivismo non solo, infatti, va ad inficiare sui potenziali guadagni di chi lavora rispettando tutte le regole, ma anche sulle casse comunali. Dobbiamo fermare questo fenomeno in costante crescita, quindi chiedo al sindaco di impiegare una task force della polizia municipale preposta al monitoraggio quotidiano dell’isola pedonale e di tutto il territorio della nostra città, in modo tale da non permette a nessun abusivo di vendere merce in maniera illegale o contraffatta. Questo problema contribuisce a distruggere l’economia della nostra città, dobbiamo fermare coloro i quali operano nella totale illegalità e danneggiano chi lavora rispettando le regole.”

 

 

 

LEGGI ANCHE:

Venditori abusivi nel centro, Cosenza Libera: “Non solo merce contraffatta, occupano percorsi tattili”