ASCOLTA RLB LIVE
Search
grilling

Come organizzare un barbecue salutare, gustoso e sociale

Per grigliare evitando rischi per la salute basta usare piccole accortezze.

 

Siamo in estate inoltrata, ma non è ancora il tempo di mettere a riposo le nostre griglie. I giardini profumano di pietanze cotte alla brace e delle risate di indimenticabili serate fra amici passate all’insegna del divertimento e della buona cucina. Ma per buona cucina intendiamo anche cucina sana? La questione dei benefici o danni per la salute dei cibi cucinati così è da tempo al centro del dibattito scientifico-nutrizionistico. Oggi proveremo a darvi alcuni consigli su come organizzare un barbecue più salutare possibile senza rinunciare al gusto e vi presenteremo l’ultima tendenza arrivata direttamente dagli USA, lo share grilling. La griglia è un metodo di cottura che raggiunge temperature elevatissime. È ormai risaputo che il calore eccessivo elimina gran parte delle sostanze nutritive degli alimenti, ne altera la struttura organica e, senza le dovute attenzioni, può trasformarle in pericoli per la salute. Ma questo non ci impedisce di poter godere di ottime grigliate.

 

I TRUCCHI PER GRIGLIARE IN MODO SALUBRE

Basta seguire alcuni importanti accorgimenti. Il primo è quello di limitare il consumo di carne alla griglia, in favore del pesce e delle verdure. Limitare la carne non significa però escluderla totalmente. Basterà trattarla in maniera adeguata. Prima di mettere la carne sulla griglia, marinatela con rosmarino e vino rosso. Alcune recenti ricerche hanno dimostrato che gli antiossidanti delle erbe aromatiche e del vino hanno la capacità di ridurre le sostanze nocive prodotte durante la cottura. Un procedimento che renderà le vostre pietanza ancora più gustose e saporite: lo sa bene il campione di poker sportivo Chris Moneymaker che durante un’intervista ha presentato la propria ricetta esclusiva di barbecue. Una ricetta sullo stile del barbecue alla Memphis che prevede un trattamento speciale per la carne e una marinatura importante. La marinatura perfetta è composta da olio d’oliva, succo di limone e erbe aromatiche.

 

Un composto in cui andrà apposta la carne e che dovrà stare in frigo per mezz’ora prima della cottura. Così intrisa, la carne svilupperà meno ammine eterocicliche, sostanze tossiche che derivano proprio dalla grigliatura. Cercate sempre di lasciare tra la brace e la griglia una distanza di almeno 40 centimetri per evitare che il cibo entri in contatto con la fiamma. La soluzione migliore è quella di avere un barbecue profondo per disporre la brace ai lati e non sotto il cibo. barbecue-1340236_960_720In linea di massima per cuocere una bistecca di manzo alta 2-3 cm (lo spessore migliore) ci vogliono 7 minuti per una cottura al sangue e qualcuno in più se la preferite ben cotta. Stessi tempi anche per il maiale. Per gli spiedini e il pollo il periodo il tempo sale a 20-30 minuti mentre per il pesce – da predisporre sulla griglia intero e con le squame – il tempo di cottura è intorno ai 15 minuti. Le verdure dovranno essere ridotte e tagliate a vostro piacimento e cotte a fuoco moderato o indiretto. L’unica verdura da lasciare intera è il pomodoro.

SCOPRI LO SHARE GRILLING

 

Chiudiamo con l’ultima tendenza in tema di barbecue proveniente dagli Stati Uniti, lo share grilling. Non stiamo parlando di metodi di cottura innovativi o nuove ricette, ma di un metodo per organizzare le occasioni di barbecue legato direttamente al mondo dei social network. Il “barbecue 3.0” diventa interattivo e condiviso e sbarca sui profili personali dei partecipanti. Tutto parte dalla creazione di un gruppo sui social nel quale definire gli aspetti logistici insieme ai partecipanti: dalla location alla scelta delle pietanze, passando per la selezione degli invitati e a quella dei cuochi. E dopo l’evento tutto rigorosamente fotografato e postato. Una tendenza alla condivisione e alla convivialità che ha contagiato moltissime celebrità a stelle e strisce che continuano a pubblicare sui propri profili Facebook, Instagram e Twitter le foto e i video delle loro meravigliose grigliate.

 

Tra i moltissimi “contagiati” dallo share grilling ci sono Joe Manganiello, marito dell’attrice Sofia Vergara, il cantante John Legend – che prima di mettere in vendita la sua famosa abitazione ha postato le sue foto di barbecue raggiungendo i 200.000 fan su Pinterest – lo stilista Zac Posen, Haylie Duff e Julianne Hough, protagonista di un video in cui presenta la propria preparazione del salmone sui ferri. Un fenomeno virale, quello del barbecue social, che ha portato alla nascita di #realgirlskitchen, trasmissione tv americana tutta al femminile, che ha dedicato alcuni appuntamenti proprio alla preparazione di piatti alla griglia.