ASCOLTA RLB LIVE
Search

Oltre quattrocentomila euro per le imprese cosentine, pubblicati due bandi

COSENZA – I fondi copriranno le spese giĂ  sostenute dall’azienda e saranno liquidati in un’unica soluzione.

La Camera di Commercio di Cosenza, muove a sostegno delle imprese della provincia di Cosenza con l’annuncio di due specifici bandi su innovazione e sicurezza. Sull’innovazione, la Camera sosterrà tutte quelle aziende che hanno investito o che intendono investire per mantenere e/o migliorare la propria capacità competitiva. La dotazione finanziaria complessiva destinata all’iniziativa è pari a € 200.000. Il contributo massimo erogabile di € 5.000, pari al 100% della spesa effettuata, sarà calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA delle fatture quietanzate.

 

Saranno ammesse le spese effettuate tra l’1 gennaio 2014 e la data di presentazione della domanda di contributo che sarà erogato in un’unica rata, al netto della ritenuta. Su questa iniziativa sarà data priorità alle imprese a prevalente partecipazione femminile, le società cooperative e le società di persone costituite in misura superiore al 50% da donne, le società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura superiore al 50% a donne e i cui organi di amministrazione sono costituiti per più del 50% da donne, nonché le imprese individuali gestite da donne. Eguale priorità sarà riservata alle imprese giovanili: ovvero, alle società cooperative e alle società di persone costituite in misura superiore al 50% da giovani (fino a 35 anni), alle società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura superiore al 50% a giovani e i cui organi di amministrazione sono costituiti per più del 50% da giovani, nonché alle imprese individuali gestite da giovani.

 

La Camera di Commercio di Cosenza, inoltre, al fine di affiancare le imprese locali nelle azioni mirate a prevenire e contrastare i fenomeni criminosi, ha istituito per l’anno 2014 un “Fondo per la Sicurezza“ per supportare gli investimenti in sistemi di sicurezza di videosorveglianza e teleallarme, per un importo di € 210.000. Al contributo di questo secondo bando sono ammissibili le spese di acquisto e di installazione di sistemi di sicurezza di videosorveglianza con memoria degli eventi, collegati e non collegati alle Forze dell’Ordine e/o Istituti di Vigilanza e di teleallarme. Il bando prevede un contributo per l’acquisto di beni/ sistemi nuovi, dove per nuovo impianto si intende un impianto dotato di tutti i suoi componenti.

 

SarĂ  coperta anche la spesa per manutenzione ordinaria e/o straordinaria di impianti di videosorveglianza collegati e non collegati alle Forze dell’Ordine e/o Istituti di Vigilanza e di teleallarme. Infine, il bando include anche i contratti di server con aziende fornitrici degli impianti. Il contributo che verrĂ  liquidato, nei limiti del Fondo annualmente stanziato, è commisurato al 50% delle spese ammissibili (al netto dell’Iva) fino ad un massimo di €. 3.000, sia per l’acquisto di un sistema di sicurezza di videosorveglianza con memoria degli eventi e/o teleallarme sia per la manutenzione. Entrambe le iniziative, con una nota preinformativa e la bozza dei bandi, sono giĂ  pubblicizzate sul sito della Camera di Commercio, all’indirizzo www.cs.camcom.it.