A Cosenza nascono gli Sportelli di Accoglienza per le maternità difficili

La Fondazione il Cuore in una Goccia si pone l’obiettivo di dare risposte scientificamente rigorose ma anche profondamente umane.

 

COSENZA – La diagnosi prenatale ha enormemente incrementato la possibilità di diagnosticare condizioni malformative prenatali; tuttavia, in molti casi, esiste un’amplificazione del rischio per una mancata conoscenza del problema, o una reale valutazione del rischio ma senza alternative terapeutiche che diano speranza alla coppia che deve affrontare il problema. La Fondazione il Cuore in una Goccia si pone l’obiettivo di dare risposte scientificamente rigorose ma anche profondamente umane, per condividere quel cammino esistenziale prenatale che, inizialmente fonte di gioia, si trasforma, nei casi di diagnosi prenatale infausta, in un tracciato pieno di preoccupazione e di angoscia. Uno Sportello di Accoglienza rappresenta l’anello di congiunzione tra il territorio, la Fondazione e l’Hospice Perinatale.

Sportelli maternità

Un punto di riferimento che, attraverso la conoscenza del territorio e il contatto diretto con le persone, potenzia l’attività di aiuto alle famiglie svolta dal Cuore in una Goccia, attribuendole connotati di tempestività e capillarità e al contempo, favorisce la diffusione delle informazioni e dei valori orientati alla tutela della vita nascente. In quest’ottica il Cuore in una Goccia ha intrapreso un progetto di creazione di una rete di sportelli su tutto il territorio nazionale (di cui 3 già operativi e 4 in programma di attuazione nei prossimi mesi). La finalità è di non lasciare nella solitudine quelle famiglie che si trovano dinanzi ad una diagnosi prenatale infausta aiutandole, attraverso un programma di “medicina condivisa”, ad affrontare, con scientificità e umanità, tutte le delicate fasi della gravidanza e del parto. L’inaugurazione dello Sportello, avverrà domani giovedì 6 luglio, alle ore 18.00 presso la Casa di Cura Villa del Sole, via E.Galli 1-9, Rione San Vito Cosenza.