ASCOLTA RLB LIVE
Search
no-metro-cosenza

Metro a Cosenza, domani raccolta firme in città per un progetto alternativo

Cittadini si appellano alle istituzioni affinché investano i 160 milioni di euro per aumentare corse bus e abbassare i prezzi, non per costruire un’inutile metro.

 

COSENZA – “Apprendiamo dalla stampa che in questi giorni anche il Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, ha voltato le spalle ai cittadini, diventando sostenitore della Metro leggera a Cosenza, e dunque il progetto verrà realizzato. Chissà cosa il Governatore Oliverio gli ha promesso in cambio. Nei mesi passati il Fronte della Gioventù Comunista – si legge in una nota firmata anche dal Partito Comunista Cosenza – è stato in prima linea nella lotta per rivendicare un trasporto gratuito e di qualità per studenti, disoccupati e fasce deboli della popolazione e riduzioni dei biglietti per i lavoratori, lottando anche contro lo scellerato progetto della metro leggera. Il corteo del 10 marzo e le oltre mille firme raccolte sulla nostra petizione dimostrano come i cosentini siano contrari alla metro e sentano l’esigenza di un servizio di trasporto pubblico migliore, con più corse, anche di notte, con mezzi nuovi, prezzi più bassi e con maggiori diritti e tutele per i lavoratori del servizio. Ribadiamo la nostra contrarietà alla metro, sottolineando che i 160 milioni di euro necessari per realizzarla possono essere investiti per potenziare il servizio di trasporto pubblico, ridurne il costo per l’utenza, acquistare nuovi mezzi più ecologici e assumere nuovo personale, senza distruggere l’assetto urbano delle città di Cosenza e Rende. Per questo sabato 20 maggio saremo a piazza Kennedy con un banchetto per raccogliere altre firme per la nostra petizione, che presenteremo alla Regione a settembre insieme alla nostra proposta di piano per il trasporto pubblico in Calabria che illustreremo ai cittadini nel corso dell’iniziativa”.