Dirigenti scolastici chiedono rinnovo del contratto: indetto sit in di protesta

Cisl Scuola ha proclamato lo stato di agitazione dei dirigenti. Domani riunione del coordinamento in vista del sit in previsto per il prossimo 25 maggio.

 

COSENZA – La CISL Scuola ha proclamato lo stato di agitazione dei dirigenti scolastici che chiedono con urgenza il rinnovo del contratto ed una piena valorizzazione del loro ruolo e della loro professionalità. “I dirigenti scolastici – spiega il coordinatore provinciale dei capi di istituto aderenti alla CISL per la provincia di Cosenza, Loredana Giannicola – mettono al centro della loro proposta al Governo non solo il rinnovo del contratto che li riguarda, ma la scuola nel suo insieme, la necessità di avere effettivamente gli strumenti per il perseguimento di obiettivi formativi che non possono essere messi in discussione da scelte non coerenti con le proclamate finalità della “buona scuola” e dettate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Si paventano, infatti, tagli che rischiano di penalizzare non solo i lavoratori, ma anche gli studenti, per l’incidenza che avranno sull’offerta formativa. La CISL Scuola – conclude la dirigente Giannicola – non si limita alla protesta, ma vuole offrire al MIUR proposte motivate e concrete. Per questo, nel pomeriggio di domani, venerdì 12 maggio, nell’aula magna del “Liceo Lucrezia della Valle”, si terrà una riunione del coordinamento dei dirigenti aderenti alla CISL anche in previsione del sit in che il 25 maggio prossimo avrà luogo davanti all’Ufficio Scolastico Regionale”.