Cosenza: studenti in protesta, traffico rallentato in centro città (FOTO)

Manifestazione studentesca a Cosenza per boicottare i test Invalsi che costano agli italiani ben 22 milioni di euro l’anno.

 

COSENZA – Gli studenti cosentini rifiutano di essere ‘schedati’ e ‘catalogati’. Stamattina decine di ragazzi di tutti gli istituti superiori della città si sono dati appuntamento a piazza Loreto per manifestare contro i test Invalsi che il Ministero dell’Istruzione distribuisce annualmente nelle scuole e che si dovrebbero tenere oggi. I manifestanti ritengono di essere sottoposti ad una prova inutile che costa agli italiani ben 22 milioni di euro. Denaro che potrebbe essere speso per migliorare la qualità didattica ed infrastrutturale delle scuole e che invece viene investito per stilare una classifica degli istituti in base al rendimento dei propri alunni e stabilire così quali sono i più meritevoli di ricevere finanziamenti pubblici. Un criterio che numerosi studenti non condividono e che intendono rifiutare boicottando le prove imposte dal Ministero dell’Istruzione. Il corteo partito alle 9.00 da piazza Loreto sta attraversando le strade del centro città e terminerà nel parco di via Misasi con un’assemblea pubblica. Nel corso della manifestazione alla quale stanno partecipando anche numerosi insegnanti si registra il rallentamento del traffico nelle arterie principali di Cosenza in particolar modo su via Alimena.

ProtestaInvalsi2

ProtestaInvalsi4

ProtestaInvalsi5

ProtestaInvalsi3

ProtestaInvalsi6

 

 

LEGGI ANCHE

Scuola, protesta studenti a Cosenza: “Boicottiamo i test Invalsi”