Cosenza, scoperta casa del piacere a viale Trieste (le foto dell’arresto)

COSENZA – Quell’appartamento “bollente”. Nell’ambito di un servizio di controllo sul territorio, finalizzato alla repressione del fenomeno della prostituzione, i carabinieri della Compagnia di Cosenza, diretti dal maggiore Matteo Salvatori, hanno scoperto, in un lussuoso appartamento di viale Trieste, una casa del piacere, gestita da tre dominicane. L’attività investigativa era iniziata nello scorso mese di febbraio. 

Il via vai davanti a quel portone aveva, da tempo, insospettito i detective del 112 che, convinti che in quello stabile, succedesse qualcosa di anomalo, hanno avviato le indagini, attraverso un servizio di appostamento, controllo a distanza e annotazione delle persone in entrata e in uscita. Dopo alcuni mesi di indagini e diverse ore di controllo, il luogotenente Cosimo Saponangelo e i suoi uomini, hanno dato il via per il blitz. Le tre donne, esercitanti la professione più antica del mondo, sono state accompagnate in caserma per le identificazioni. L’appartamento è stato posto sotto sequestro. Dalla perquisizione all’interno della casa del piacere sono venuti fuori indizi interessanti che, serviranno agli inquirenti, per definire complicità e collaborazioni, non solo nella gestione della casa d’appuntamento ma anche nell’esercizio dell’intrattenimento. Diverso materiale, trovato nell’abitazione, è stato posto sotto sequestro. Le indagini continuano. Non si escludono interessanti novità.