ASCOLTA RLB LIVE
Search

Abbraccio tra due generazioni: medici festeggiano 50 anni di attività e cedono il posto ai neolaureati

Questa mattina cerimonia di consegna delle Medaglie ai medici al 50° anno d’attività e giuramento d’Ippocrate dei nuovi professionisti del domani.

 

COSENZA – Un grande abbraccio tra due generazioni di uomini e donne, animati dalla stessa passione per la medicina e la professione medica intesa come servizio alla persona e alla comunità. Si può riassumere così il significato dell’importante e bellissimo convegno, svoltosi questa mattina, presso la sede dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Cosenza: la cerimonia di IMG-20170305-WA0012consegna delle Medaglie d’oro ai colleghi che nel 2017 festeggiano cinquant’anni d’iscrizione all’ordine e la lettura del Giuramento d’Ippocrate da parte dei giovani professionisti del futuro.

IMG-20170305-WA0010Ad aprire il convegno, in una sala colma di gente, il discorso del Presidente Eugenio Corcioni, che ha distillato lo status del medico al giorno d’oggi, descrivendo in vari passaggi le situazioni diversificate e i diversi ruoli nel SSN, operante sul territorio nazionale e regionale e come l’ordine deve seguire il corso degli eventi. Non mancando nell’infondere coraggio e speranze alle giovani generazioni e ribadendo, sempre, l’adesione ai principi dell’etica professionale. A seguire la relazione sul bilancio del tesoriere e la premiazione dei colleghi per i 50 anni di attività.

IMG-20170305-WA0011Doveroso, quindi, il ringraziamento ai colleghi “più anziani” per il loro impegno profuso in mezzo secolo, ben 50 anni: una vita spesa onorando l’attività medica e un augurio ai giovani medici di un impegno continuo; per dare sempre un sorriso a chi soffre, con la consapevolezza che la professione del medico è una missione, in cui la gratificazione più grande è il sorriso di un paziente a cui si allevia una sofferenza ed al quale si dà speranza per una migliore qualità della vita. Commovente il passaggio di testimone fra le vecchie generazioni – i medagliati al 50° – ed i neolaureati, spumeggianti ma impauriti per il futuro incerto. Commosse, anche, le famiglie delle due generazioni.

IMG-20170305-WA0013I medici del domani, sono stati presentati ad uno ad uno dalla Dott.ssa Agata Mollica e, con la voce trepidante dalla forte emozione, hanno letto il giuramento d’Ippocrate, consegnatogli dall’ordine in pergamena ricordo personalizzata. “Auguri a tutti ai medagliati e ai giovani, a cui affidiamo con il loro impegno la speranza di chi soffre di avere una vita migliore.” Ricordando sempre la missione di una professione che guarda al futuro, ma con le radici ben piantate nell’eredità ricevuta dai padri.