Scoperta, a Cosenza, coppia di coniugi usurai

COSENZA – La Compagnia di Cosenza della Guardia di Finanza ha notificato, ad una coppia di coniugi cosentini, un avviso di conclusione di indagini, in cui gli viene contestato il reato di usura.

Le indagini, avviate nel 2012, sono state coordinate dai Pubblici Ministeri Giuseppe Francesco Cozzolino e Giuseppe Cava. L’attività messa in piedi dalla coppia di insospettabili è partita, inizialmente, come esercizio abusivo dell’attività di intermediazione finanziaria, per poi trasformarsi in usura. La vittima è stata costretta, anche in segutio a continue minacce ed intimidazioni, a corrispondere circa 600 euro mensili di soli interessi. L’importo complessivo degli interessi corrisposti, che superavano anche il 200% annuo, è stato pari a 3.900 euro.