ASCOLTA RLB LIVE
Search


Studenti furiosi a Cosenza, invadono piazza Amendola boicottando l’Open day (FOTO)

Protesta per l’imposizione del pagamento del contributo volontario, la carenza igienica nei bagni e le aule inagibili. Genitori chiedono chiarimenti: ‘sbattuti’ fuori dalla preside.

 

COSENZA – Da stamattina protestano in piazza Amendola. Si tratta di circa settecento studenti che hanno inteso dar voce alle proprie richieste da tempo ignorate dalla dirigente del liceo Lucrezia della Valle (linguistico, scienza umane, economico sociale, musicale e classico) Loredana Giannicola. La protesta scaturisce da una serie di problematiche piĂą volte segnalate a cui però non è stata mai data alcun tipo di risposta. Innanzitutto il pagamento del contributo volontario. Una tassa di 70 euro a persona, appunto volontaria, che chi non ha la possibilitĂ  economica di liquidare non è tenuto a versare. Un meccanismo che però pare non valere per gli studenti del Liceo Lucrezia della Valle, in cui la dirigente scolastica minaccia di non far partecipare a gite e progetti chi non salderĂ  la tassa ‘volontaria’.

 

Gli studenti lamentano l’essere costretti a seguire le lezioni in aule inagibili, spesso prive di riscaldamenti, fare poco sport perchĂ© il campo all’aperto che dovrebbe fungere da palestra è stato trasformato in parcheggio ed usufruire dei pochi bagni disponibili (di solito ne funziona uno su quattro) peraltro carenti sul piano igienico e strutturale (mancano sia le maniglie sia le porte). Contestato anche il metodo di valutazione delle prove parallele che, svolte in pochi minuti davanti un pc che in diversi casi si è bloccato, hanno penalizzato il rendimento di numerosi studenti. Oggi nel corso dell’Open Day volto a promuovere le nuove iscrizioni, gli studenti sono rimasti a presidiare la scuola anche nel pomeriggio chiarendo che le gite sono rarissime e che le attivitĂ  didattiche pubblicizzate non vengono svolte. Una delegazione dei genitori, stamattina ha tentato di discutere con la preside dell’istituto Loredana Giannicola delle questioni poste in essere dai ragazzi. Dopo aver sostenuto con forza che si tratta solamente di ‘bugie inventate’ dagli studenti la dirigente pare abbia elegantemente sbattuto fuori dalla scuola i genitori.

IMG-20170120-WA0006

IMG-20170120-WA0007

IMG-20170120-WA0008

IMG-20170120-WA0013