stazione-cosenza-treni-vaglio-lise-241-735x400

Ferrovie della Calabria: sistematicamente treni in ritardo, pendolari esasperati

Da anni i viaggiatori lamentano i ritardi, ma il disservizio viene ignorato dalla Regione Calabria.

 

COSENZA – La storia delle Ferrovie della Calabria (ex Ferrovie Calabro Lucane) affonda le sue radici in tempi molto remoti. Ha origine agli inizi del ‘900 e (come tutto il trasporto in Calabria), non manca di gravi problematiche, criticità, sperpero di denaro e purtroppo terribili incidenti (come quello verificatosi nel dicembre del ‘61 sulla linea Cosenza – Catanzaro Lido, che determinò il commissariamento durato sino al 2000). Dalla gestione diretta dello Stato, la Regione Calabria ed il Ministero dei Trasporti in data 11 febbraio 2000, sottoscrissero l’Accordo di Programma con il quale definirono i finanziamenti diretti al risanamento economico dell’azienda ed il trasferimento dei beni, degli impianti e delle infrastrutture aziendali, a titolo gratuito, alla Regione Calabria. Dal 1 gennaio 2001 furono affidati a Ferrovie della Calabria S.r.l., tutti i servizi ferroviari ed automobilistici, nonché l’utilizzo di tutti i beni, le infrastrutture ed i rotabili trasferiti come detto dallo Stato alla Regione Calabria. Questo, giusto per ripercorrere le tappe fondamentali della storia delle Ferrovie.

vaglio-lise-convoglio-roglianoConcentrandoci nella nostra città, i cosentini riscontrano diverse criticità inerenti le Ferrovie della Calabria e da tempo chiedono alla Regione interventi, ma finora tutto tace. In particolare, i treni presentano sistematicamente ritardi, che causano sempre la perdita delle coincidenze. Proprio per questo i pendolari si domandano: “A cosa servono le Ferrovie della Calabria o note ancora come Ferrovie Calabro Lucane? L’unico collegamento per la stazione di Vaglio Lise è alle 7,15 ma, a prescindere dalla nevicata, il ferroviere di turno avverte che presenta un sistematico ritardo di 15 minuti esatti. Dovrebbe essere l’unico treno che coincide con l’unico treno in partenza per Paola alle 7,30 ( gli altri treni per Paola sono stati aboliti dal buon Scopelliti). Per tre minuti manca la coincidenza. Perché Treniitalia e Ferrovie della Calabria non sono coordinate? A cosa servono? E i politici cosa fanno? Bho? E poi parliamo di metro veloce???”

Ovviamente, per tutta la storia sopra descritta, è impossibile che Ferrovie della Calabria e Trenitalia comunichino tra loro e, probabilmente, non è neanche loro competenza. Ma la Regione Calabria, invece, dovrebbe preoccuparsi del servizio e garantire che funzioni correttamente. I viaggiatori da anni e anni lamentano il ritardo, eppure il biglietto non è certo gratuito. Ma non c’è da stupirsi, anzi, in molti ironizzano esclamando: “E’ già tanto che vi siano i treni in questa Regione fortemente arretrata!”