ludopatia-cosenza

Cosenza è il primo Comune in Calabria ad attivare protocollo contro il gioco d’azzardo

Siglato accordo in Prefettura per contrastare la ludopatia.

 

COSENZA – E’ stato siglato nella Prefettura di Cosenza un protocollo, il primo del genere in Calabria, finalizzato alla prevenzione ed al contrasto alle dipendenze patologiche. Il protocollo d’intesa, promosso dal prefetto Gianfranco Tomao, punta alla programmazione delle attività di prevenzione e contrasto del gioco d’azzardo patologico (Gap) e illegale, un fenomeno che, nella provincia di Cosenza, costituisce uno dei nuovi preoccupanti fenomeni di forte allarme sociale per le conseguenti ripercussioni negative sulle attività personali, familiari e lavorative delle persone affette da dipendenza. All’incontro promosso dal prefetto Tomao hanno partecipato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie della Regione Calabria, del Comune di Cosenza, dell’Azienda Sanitaria Provinciale, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, della Camera di Commercio e del Centro Servizi Volontariato.

 

“Il protocollo – è detto in un comunicato della Prefettura – dedica la massima attenzione alle attività di monitoraggio e di prevenzione del fenomeno attraverso l’istituzione, presso la prefettura, di un Tavolo tecnico Gap provinciale interistituzionale allo scopo di implementare un lavoro in rete tra i soggetti interessati; fare il punto sulla situazione del fenomeno in provincia attraverso una proficua indagine conoscitiva; incentivare i controlli amministrativi degli esercizi pubblici e dei circoli privati dove sono installati gli apparecchi automatici da gioco; promuovere, negli istituti scolastici della provincia, specifici percorsi di educazione alla legalità, di informazione a tutela della salute e di consapevolezza dei rischi; creare occasioni pubbliche di confronto con il coinvolgimento della società civile e promuovere di specifiche attività di informazione e formazione degli operatori commerciali”.