protesta inps cosenza

Inizia l”autunno rosso” per i lavoratori Lsu-Lpu, presidiate sedi Inps

Proteste da Reggio Calabria a Cosenza per ottenere le mensilità arretrate. 


CATANZARO – Si sono svolti in tutta Italia, davanti alle sedi Inps, su iniziativa del sindacato autonomo Usb, presidi dei lavoratori Lsu-Lpu finalizzati al riconoscimento dei contributi figurativi per il lavoro svolto al servizio dello Stato. “In Calabria – riporta un comunicato dell’Usb – si sono svolte due importanti presidi dei lavoratori davanti le sedi provinciali INPS di Cosenza e di Reggio Calabria, dove, sotto le bandiere della USB, decine di lavoratori richiedevano il riconoscimento di quanto dovuto. La lotta di questi lavoratori svolta contemporaneamente in tutta Italia, ha fatto si’ che il Presidente dell’Inps, Tito Boerio, convocasse per oggi pomeriggio alle 15,30 a Roma, la delegazione della USB per affrontare il problema e valutare le possibili soluzioni. E’ un primo risultato – si legge ancora – , frutto della lotta dei lavoratori, che la USB Calabria saluta con soddisfazione, consapevoli, pero’, che il cammino per il pieno riconoscimento dei diritti sinora negati, e’ ancora lungo”.

Immagine di repertorio