ASCOLTA RLB LIVE
Search

Conti in rosso a Castrolibero, assessore al bilancio risponde alla consigliera pentastellata

Marco Porcaro, assessore al Bilancio del comune di Castrolibero, ha inteso rispondere alle dichiarazioni della consigliera Michaela Anselmo del M5S

 

CASTROLIBERO – L’assessore Porcaro replica a Michaela Anselmo (5 Stelle): “chieda a Di Maio di restituire ai cittadini onesti gli 880.000€ depredati con il condono fiscale”. “Sto cercando di comprendere le dichiarazioni alla stampa della consigliera del Movimento 5 Stelle di Castrolibero Michaela Anselmo in merito al rendiconto di gestione approvato dal consiglio comunale nella seduta di ieri”. “Dalle sue dichiarazioni infatti – scrive Porcaro – non si capisce se la consigliera Anselmo sia consapevole che:

1) Il parametro di deficitarietà relativo all’effettiva capacità di riscossione dell’ente riguarda non solo le riscossioni dell’anno 2018, ma anche quelle dei residui attivi. Essendo questi ultimi una mole molto più imponente rispetto a quelli della sola annualità 2018 è inevitabile che il dato incida negativamente. In quei residui non ci sono solo crediti tributari, ma anche poste molto importanti per crediti che il Comune vanta nei confronti di altri enti e per i quali sono state avviate già diverse azioni legali. Dire quindi che meno del 47% dei cittadini di Castrolibero paga i tributi significa dire falsità e offendere una comunità.

2) L’avanzo di cassa è un risultato positivo per l’ente e cristallizza la situazione al 31 dicembre 2018, non è un dato che riguarda gli impegni da pagare nell’anno in corso. Quindi, consigliera Anselmo, quale servizio è a rischio? Abbiamo perfetta contezza della condizione in cui versa l’ente. Le difficoltà di liquidità che attanagliano i comuni, soprattutto al sud, derivano evidentemente da una condizione sociale ed economica complessa dei cittadini. Abbiamo già da tempo costituito un gruppo di lavoro all’interno dell’ente che si occupa specificatamente del recupero dei residui attivi.

3) Grazie al condono fiscale (cancellazione delle cartelle sotto i 1000€) firmato dal suo leader politico Di Maio insieme al resto del governo, abbiamo dovuto cancellare dal bilancio 879.338,19€ di residui attivi senza alcun ristoro da parte del governo. Praticamente attraverso questa manovra il governo giallo-verde ha voluto premiare chi non paga le tasse e colpire chi le tasse le ha sempre pagate. Robin Hood al contrario.

4) Dal 2014 ad oggi l’amministrazione ha ridotto il disavanzo tecnico da 2.205.497,91€ a 440.359,17€. Risultato raggiunto senza aumentare di un euro la Iuc (Imu,Tari,Tasi) negli ultimi 5 anni. Altro che gestione allegra, consigliera Anselmo.

“Fatti questi doverosi chiarimenti – spiega l’assessore comunale al bilancio – verificabili sui documenti di bilancio disponibili a tutti i cittadini di Castrolibero, dopo aver decifrato le considerazioni della consigliera Anselmo, devo ammettere di non essere stupito. Nella seduta della commissione consiliare che ha preceduto di sette giorni il consiglio comunale, infatti, la consigliera Anselmo ha espresso voto di astensione al rendiconto di gestione motivando la scelta con “sono stata impegnata con la campagna elettorale per le Europee e quindi non ho letto ancora i documenti”. C’è da dire che la documentazione del rendiconto era nella disponibilità dei consiglieri già dal 14 maggio, data in cui è pervenuto il parere (favorevole) del revisore contabile”.

“Forse la consigliera Anselmo avrebbe fatto meglio a dedicare più tempo allo studio dei documenti contabili che alla campagna elettorale. Probabilmente avrebbe evitato di confondere i dati ed allarmare inutilmente i cittadini. In conclusione, alla consigliera Anselmo faccio un appello: chieda al suo leader politico di restituire gli 880.000€ depredati ai cittadini di Castrolibero, sono certo che tutta la comunità gliene sarà grata”