ASCOLTA RLB LIVE
Search

Michaela Anselmo (M5S): “A Castrolibero gestione delle casse comunali al collasso”

La Consigliera comunale del Movimento 5 Stelle “l’amministrazione crea debiti su debiti. Nelle casse risulterebbero circa 274mila euro, fondi insufficienti per garantire i servizi dovuti ai cittadini”

.
CASTROLIBERO (CS) – La Consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, Michaela Anselmo, interviene con una nota sulla questione relativa ai conti del comune “i parametri deficitari del Comune parlano chiaro – afferma – a Castrolibero, il ricorso all’anticipazione di cassa è prassi consolidata ed abusata e la capacità di riscossione del Comune si attesta al 47%. Meno della metà dei cittadini di Castrolibero riesce a pagare le tasse, e la metà che non si riscuote va a finire nei fondi di riserva, o meglio in quelli di dubbia esigibilità”

Nella casse risulterebbero circa 274mila euro – constata la Anselmo – fondi insufficienti per garantire i servizi dovuti ai cittadini. Nel dettaglio dei residui passivi sono inseriti i debiti non pagati, i gettoni di presenza dei consiglieri e indennità di fine mandato del sindaco, i patrocini non pagati, gli enti per le manifestazioni e le associazioni non pagate. Si tratta di piccole cifre che sommate creano una forte perdita. Castrolibero non risulta in predissesto solo ed esclusivamente perché si riesce ancora ad accedere alle anticipazioni di cassa ma nel momento in cui questi canali si dovessero bloccare, non si avrebbero più soldi e si dovrebbero attivare tutte quelle procedure di predissesto e rientro del debito. A pagarne quindi le conseguenze sarebbero i cittadini a causa dell’aumento dei tributi“.

“Quello che il Movimento 5 stelle lancia oggi – continua la pentastellata – è un allarme su una gestione allegra delle casse comunali. Bisogna attuare una politica di gestione più oculata, rendicontare ai cittadini come vengono spesi i loro soldi, garantire servizi e non opere faraoniche e inutili che assorbono solo risorse. I soldi dei contribuenti non possono confluire in un campo da golf o nel mutuo per la discarica. Bisognerebbe investirli per il mantenimento delle strade, per la tutela del verde e la pulizia delle strade e delle contrade che sono sempre più abbandonate, o ancora per la messa a posto della rete fognaria che risulta fagliante”.

Continueremo a denunciare le azioni che ledono i cittadini – conclude la nota della consigliera – ai quali non bisogna raccontare la fiaba che a Castrolibero va tutto bene. Si può tornare indietro e migliorare la gestione del denaro pubblico e in Consiglio comunale ci batteremo affinché il buon senso ed il rispetto dei soldi dei cittadini prevalgano sempre”.