Rapina in posta con spranga e passamontagna

MONTALTO UFFUGO – Il ‘colpo’ non è andato a buon fine.

In località Taverna, presso ufficio postale, due individui, travisati da passamontagna, di cui uno armato pistola e l’altro mazza in ferro, avrebbero tentato di sfondare nella mattinata di sabato un vetro blindato divisorio, fuggendo senza asportare nulla a bordo Fiat Uno. Il mezzo condotto dal complice, che risultava essere stato rubato circa due giorni prima a Rende è stato pedinato e attraverso ricerche condotte con l’ausilio di varie pattuglie i militari sarebbero riusciti ad identificare i presunti autori della tentata rapina dopo circa mezz’ora. I tre a bordo di un’Alfa 147 sono stati bloccati dal personale dei carabinieri a Rende in contrada Macchialonga e tratti in arresto. Si tratta di un pliripregiudicato, Mazzei Pietro nato a Cosenza operaio classe ’73 residente a Rende, Marco D’Alessandro 23enne di Castrolibero già noto alle forze dell’ordine e Gianluca Falanga 28 di Rende censurato. A seguito della perquisizione veicolare e personale eseguita ai danni dei tre è stata rinvenuta una pistola semiautomatica, cal. 7,65 dalla matricola abrasa, un passamontagna, una chiave per Fiat Uno. Al termine degli accertamenti a Montalto Uffugo, nello specifico in via Caravaggio, è stata infine rinvenuta abbandonata la Fiat Uno utilizzata per la rapina con all’interno una spranga. Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di via Popilia su disposizine delle autorità giudiziarie.