ASCOLTA RLB LIVE
Search

Castrolibero, pietra di cocaina trovata nel comò dai cani antidroga

Raffica di perquisizioni tra Cosenza e Castrolibero, un arresto e cinque denunce. Sequestrato oltre mezzo chilo di stupefacente

 

COSENZA – Questa mattina i carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno potenziato i controlli tra Cosenza e Castrolibero con decine di pattuglie che hanno svolto numerose perquisizioni e posti di blocco. L’attività ha portato all’arresto di Manuel Forte, 29enne cosentino già noto alle forze dell’ordine. Nell’abitazione di Andreotta in cui l’uomo vive, dopo un’ispezione effettuata con l’ausilio dei cani antidroga, sono stati trovati cinque panetti di hashish da 100 ciascuno in una cassaforte per un peso complessivo di oltre mezzo chilo, una pietra di cocaina da 29 grammi in un comò della camera da letto nonché euro 765 in contanti ritenuti provento dell’attività delittuosa e materiale vario per il taglio ed il confezionamento. Tutto lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro. L’arrestato, terminate le formalità di rito, è stato tradotto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

 

Altri due soggetti, invece, a seguito perquisizione domiciliare, venivano denunciati a piede libero per furto di energia elettrica tramite apposizione di by-pass. Inoltre, il filtraggio alla circolazione stradale consentiva di denunciare ulteriori tre soggetti per guida in stato di ebrezza alcolica, detenzione abusiva di coltello nonché di sottrazione di beni sottoposti a sequestro amministrativo. Decine sono anche le segnalazioni di assuntori di sostanze stupefacenti alla Prefettura di Cosenza che non sono sfuggiti al fiuto dei cani antidroga impiegati anche nei posti di controllo con sequestro di oltre 3 grammi di marijuana ed hashish e 3,6 grammi di cocaina.