ASCOLTA RLB LIVE
Search
equitalia-cosenza-640x400-640x400

Ex imprenditrice di Montalto Uffugo vince causa contro Equitalia

L’ente di riscossione chiedeva il pagamento di cartelle esattoriali per oltre 280mila euro.

 

COSENZA – Ex imprenditrice vessata da Equitalia ottiene giustizia. Una donna di Montalto Uffugo, titolare di una rivendita di bombole a gas ormai fallita, ha vinto la causa intentata contro l’ente di riscossione meno amato dagli italiani. Ormai disoccupata, la signora ultracinquantenne avrebbe dovuto pagare 281mila euro per estinguere il proprio debito formatosi negli anni a causa del mancato versamento di bolli auto, Irpef, Ilor ed Iva. Si tratta di cartelle esattoriali risalenti a un periodo che va dalla fine degli anni Novanta al 2010. Equitalia, nonostante le precarie condizioni economiche della donna, ha minacciato di rivalersi sui suoi beni pignorando casa, azienda (ormai inesistente) ed automobile. Ricevuto il preavviso di iscrizione ipotecaria però l’ex imprenditrice ha coraggiosamente impugnato il provvedimento rivolgendosi agli avvocati Stefania Cortese e Mauro Candini. Dato il basso reddito percepito, la donna ha ottenuto il gratuito patrocinio che gli ha permesso di denunciare Equitalia senza sostenere alcun tipo di spesa legale.

 

Nel corso del dibattimento tenutosi innanzi la Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza lo scorso 18 gennaio i legali difensori della signora hanno dimostrato l’illegittimità delle richieste di pagamento inoltrate dall’ente di riscossione. La Commissione ha infatti emesso sentenza annullando “il preavviso di iscrizione ipotecaria e tutte le sottostanti cartelle”. Le richieste di Equitalia nei confronti della donna sono state rese nulle sia perché gli atti risultavano ormai inesigibili per intervenuta prescrizione in quanto erano ormai decorsi oltre cinque anni dall’ultima notifica di ciascuna cartella sia perché l’ente non è stato in grado di reperire le copie originali delle suddette notifiche. Una sentenza (depositata poi il 16 febbraio) che restituisce la serenità ad un’intera famiglia che ormai da anni conviveva con il terrore che la propria abitazione venisse requisita e messa all’asta.

 

LEGGI ANCHE 

 

Vita da Equitalia. Un disoccupato: “Pago 1.100 euro al mese”

 

‘SOS Equitalia’ a Cosenza per difendere i cittadini dalla società di riscossione (AUDIO)

 

Deve 6 centesimi ad Equitalia: applicato il fermo dell’auto, ma lui non sa nulla

 

Riceve una cartella esattoriale e distrugge la sede di Equitalia con un casco (FOTO)