Arriva il mercato dell’area urbana. Una volta al mese lungo Viale Magna Grecia

In arrivo un protocollo d’intesa tra le amministrazioni di Cosenza, Rende, Montalto e Castrolibero per dare vita ad un mercato dell’area urbana destinato agli ambulanti e ridare ossigeno al settore del commercio e dell’artigianato. Si svolgerà mensilmente su Viale Magna Grecia.

.
COSENZA – Sarà sottoscritto a breve un protocollo d’intesa tra le Amministrazioni comunali di Cosenza, Rende, Montalto e Castrolibero per avviare concretamente sui rispettivi territori iniziative congiunte grazie alle quali poter ridare ossigeno ad un settore come il commercio e l’artigianato così duramente provati dalla crisi causata dall’emergenza Covid-19. La decisione è stata assunta al termine di un nuovo incontro seguito a quello del 20 maggio scorso, tra gli assessori alle attività economiche e produttive dei quattro comuni dell’area urbana. Al nuovo proficuo confronto hanno preso parte per il Comune di Cosenza l’Assessore Loredana Pastore, per Rende l’Assessore Domenico Ziccarelli, per Montalto Uffugo l’Assessore Gerardo Molinaro e per Castrolibero la consigliera delegata Raffaella Ricchio.

In una logica di pensiero e azione volta alla realizzazione di un’area urbana concretamente unita nel settore delle attività economiche e produttive che, in questa fase del post Covid-19, risente maggiormente degli effetti della crisi fino al punto da stentare a ripartire, i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Cosenza, Rende, Montalto e Castrolibero hanno assunto, nel corso dell’incontro, la decisione di dar vita, una volta al mese, in Viale Magna Grecia a Cosenza, ad un mercato dell’area urbana che, ovviamente, sarà strutturato in modo da garantire il rispetto delle misure per il contenimento del contagio e del distanziamento sociale. Una decisione, quella di istituire un mercato dell’area urbana, maturata nell’ambito degli interventi da adottare per rispondere alle esigenze manifestate a più riprese dalla categoria degli ambulanti che è quella meno tutelata e che, al pari delle altre, ha necessità di riprendere a lavorare.