Decreto Italia, Manna: “provvedimenti emanati dal governo assolutamente insufficienti”

“In pratica il Governo, spiega il primo cittadino di Rende, anticipa di un solo mese somme già programmate dal comune nel bilancio”

 

RENDE (CS) – Questa mattina al Comune di Rende il sindaco di Rende Marcello Manna si è riunito con l’assessore al bilancio Pierpaolo Iantorno​ e con il dirigente Antonio Infantino​. Una riunione per  esaminare il Decreto Italia e le ultime anticipazioni del governo Conte sui provvedimenti in corso di emissione. Il sindaco di Rende, al termine della riunione, tramite una nota stampa precisa che “i provvedimenti emanati dal governo sono assolutamente insufficienti. Così – dichiara ancora Manna – si creano aspettative nei cittadini che non potranno essere soddisfatte attesa l’esiguità delle somme erogate a beneficio.

In pratica il Governo – spiega il primo cittadino di Rende – anticipa, di un solo mese, somme già programmate dal comune nel bilancio. Relativamente alle esigue somme annunciate a favore delle fasce deboli bisognerà comunque conoscere le modalità attuative del decreto. Ricordo che il nostro Comune sta provvedendo a dare una risposta attraverso i servizi sociali alle persone attraverso uno stanziamento di bilancio che seguirà le stesse modalità che saranno individuate con il decreto ministeriale”. La nota stampa del sindaco di Rende termina con un commento alla situazione nazionale: “si comprende che non ci sono margini da parte del Governo Italiano se non si supera il patto di stabilità e crescita europea, così come ha ribadito lo stesso Presidente della Repubblica Mattarella”.