Crisi/ Cgil: Governo cambi rotta o sarà sciopero generale

Roma, 11 set. (TMNews) – La Cgil chiede al Governo un “deciso cambiamento” nella sua politica di contrasto alla crisi economica perchè “lavoratori, pensionati e disoccupati, a partire dalla drammatica situazione dei giovani, non sono più in grado di sopportarne il peso”. In caso contrario sarà proclamato lo sciopero generale. E’ quanto recita il testo dell’ordine del giorno del comitato

direttivo approvato con 14 astensioni e un voto contrario.

La crisi, sottolinea corso d’Italia, rende “non più rinviabile un deciso cambiamento nella politica del Governo sia in termini di risposte immediate che di rivisitazione strategica della propria azione”. Il direttivo ha deciso di avviare una campagna di assemblee in tutti i luoghi di lavoro. La Cgil “resta attenta a ogni possibile convergenza unitaria e chiede al Governo risposte concrete e coerenti con la gravità della situazione. In caso non sia possibile cogliere risultati soddisfacenti, il direttivo dà mandato alla segreteria di programmare azioni di lotta sino allo sciopero generale”.