Funerali show per il boss legato alla ‘ndrangheta: fuochi d’artificio e lanci di rose

«Il giorno prima le vedette del clan hanno raccolto fondi per deporre corone di fiori e fuochi d’artificio in segno di rispetto alla famiglia»

ROMA – Fuochi d’artificio e lanci di rose ai funerali in chiesa la mattina e poi nel pomeriggio i caroselli in macchina in via Scozza sotto casa di Biagio Sparapano, boss di spicco del narcotraffico di Torbellamonaca, capo del clan alleato con i Moccia e i Cordaro, legato alla cosca di ‘ndrangheta dei Gallace operativi anche a Nettuno.

- Pubblicità Clikio single-

Biagio Sparapano è morto a 65 anni a Torbellamonaca il 29 novembre: il giorno dopo i funerali sono stati una ostentazione di controllo sul quartiere come poche volte a Roma. Il racconto è di Repubblica, che ricorda come a Roma non sia la prima volta in cui le esequie diventano uno spettacolo. Capitò anche nel 2015 per il funerale di Vittorio Casamonica, con il feretro portato in carrozza, petali di rosa elicottero e banda musicale con le note de “Il Padrino”. «Stavolta a Torbellamonaca per Biagio Sparapano – si legge su Repubblica – non c’è stato l’elicottero ma due cerimonie: la prima intorno alle 12 per i funerali nella chiesa di Santa Maria Madre del Redentore in viale Cambellotti. Alla fine della cerimonia ci sono stati lanci di rose e fuochi d’artificio che si sono sentiti persino negli uffici del Municipio: il giorno prima le vedette del clan hanno fatto il giro tra le Torri Ater per raccogliere fondi per deporre corone di fiori e fuochi d’artificio in segno di rispetto alla famiglia.

Gesti che contano per i clan. La seconda cerimonia è avvenuta nel pomeriggio, tra via Santa Rita da Cascia e via Scozza, sotto la seconda Torre Ater, dove abitava Sparapano. Alle 15 si sono presentati vedette, pusher e amici del boss: tutti in fila con la macchina accesa, almeno una decina le vetture. A un segnale convenuto sono partiti in fila indiana suonando i clacson e sono entrati nel parcheggio pubblico del condominio, si sono sistemati sotto il balcone del boss e continuando a suonare i clacson hanno lanciato petali di rosa». «Io da tempo chiedo una presenza delle forze dell’ordine più forte», spiega Nicola Franco, presidente del VI Municipio: la mattina dei funerali in chiesa stava lavorando nel suo ufficio e tra le 12 e le 13 ha sentito i fuochi d’artificio. «Questi episodi sono segnali di come sia forte la criminalità – conclude – perché sono un simbolo della presenza dei boss e della loro padronanza sul territorio».

- Pubblicità sky-

Correlati

‘Ndrangheta, sequestrati 805 chili di cocaina su peschereccio nell’Atlantico

MADRID - Un italiano e sei gambiani sono stati arrestati in un’operazione internazionale antidroga che ha portato alla confisca di 805 chili di cocaina...

Tragico incidente sul lavoro in un cantiere della TAV, morto un giovane operaio calabrese

VOLTAGGIO (AL) - Ha perso la vita a 33 anni, Salvatore Cucè, in un tragico incidente sul lavoro, causato pare da un’esplosione, in un...

Violenza di genere on line, prende il via la campagna ‘Lo hai mai fatto?’

ROMA - Parte la campagna di sensibilizzazione "Lo hai mai fatto?" contro la violenza di genere on-line tra adolescenti, ideata e realizzata dalle ragazze...

Attacco hacker in Italia e nel mondo, decine di sistemi nazionali compromessi

ROMA - Un "massiccio attacco tramite un ransomware già in circolazione" è stato rilevato dal Computer security incident response team Italia dell'Agenzia per la...
- Pubblicità -
- Pubblicità adsense 1-

Ultimi Articoli

Muore il fratello dell’assessore De Cicco. Il cordoglio di Caruso: «immane tragedia»

COSENZA - “Una notizia che ci lascia sgomenti e senza parole e che rende attonite tutta l’Amministrazione comunale e la nostra squadra di governo...

Anci Calabria, la sfida alla presidenza: in corsa i sindaci Caruso e Limardo

CATANZARO - Si avvicina l'elezione del nuovo presidente dell'Anci Calabria, che si terrà venerdì prossimo a Feroleto Antico. In corsa per conquistare la carica...

‘Ndrangheta, assassinio dell’avvocato Pagliuso: chiesta la conferma degli ergastoli

LAMEZIA TERME (CZ) - - Il sostituto procuratore generale Marisa Manzini ha chiesto la conferma dell'ergastolo per i presunti boss Pino e Luciano Scalise,...

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta gialla in Calabria

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

La scuola entra al Parlamento europeo: c’è anche il Pezzullo di Cosenza

COSENZA - Continua il progetto "La scuola entra al Parlamento" promosso dall'eurodeputata Laura Ferrara e che ha permesso agli studenti di quattro istituti d'Istruzione...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti
- Pubblicità Cickio sidebar-
- Pubblicità adsense 2-

Categorie

Leggi ancora

Fermato in auto con un fucile clandestino: arrestato

REGGIO CALABRIA - La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già...

Incendiato furgone della ditta che lavora per il comune

MILETO (VV) - Intimidazione stamani a San Giovanni, frazione del comune di Mileto con l'incendio di un furgone di proprietà di una ditta che...

Statale 106, Tavernise: «rappresentanti istituzionali restino uniti»

CORIGLIANO ROSSANO – "La battaglia sulla statale 106 è oggi una battaglia che coinvolge indistintamente tutti i rappresentanti istituzionali del territorio dal sindaco, ai...

‘Ndrangheta, sequestrati 805 chili di cocaina su peschereccio nell’Atlantico

MADRID - Un italiano e sei gambiani sono stati arrestati in un’operazione internazionale antidroga che ha portato alla confisca di 805 chili di cocaina...

Calabria, energia rinnovabile: impianti fotovoltaici con l’80% di finanziamenti a fondo...

CATANZARO - “E' operativo uno strumento di fondamentale importanza per il sostegno alla competitività delle microimprese. La misura è volta sia a contrastare l’aumento...

Beccati in auto con 160 grammi di cocaina e oltre 400...

GIRIFALCO (CZ) - I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, durante un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati in materia...