Regali solidali: come funzionano e dove acquistarli - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Italia

Regali solidali: come funzionano e dove acquistarli

Negli ultimi anni sono sempre di più gli italiani che preferiscono un regalo solidale anziché il classico dono materiale e lo fanno in moltissime occasioni

Avatar

Pubblicato

il

Si tratta sicuramente di un’ottima notizia, perché compiere un gesto simile significa di fatto aiutare il prossimo e fare del bene, perché in sostanza scegliendo un regalo solidale si fa vera e propria beneficenza. Come funzionano però questi doni, sempre più in voga nell’ultimo periodo? Dove acquistarli e come sceglierli? Scopriamolo insieme.

Regali solidali: cosa sono e come funzionano

I regali solidali non sono doni materiali e tangibili, almeno non per i festeggiati che ricevono solamente una cartolina simbolica. Il loro valore tuttavia è altissimo, in quanto si tratta di regali che consentono di fornire un aiuto concreto a coloro che sono meno fortunati e che dunque fanno una grandissima differenza per alcune persone. Prendiamo ad esempio i regali solidali di Save the Children, storica organizzazione umanitaria impegnata ormai da oltre un secolo per garantire un futuro ai bambini meno fortunati in Italia e nel mondo. Scegliendo uno dei doni solidali di Save the Children è possibile sostenere concretamente i progetti dell’organizzazione, fornendo cure mediche, vaccini, cibo terapeutico, spesa alimentare e via dicendo a chi ne ha effettivamente bisogno. Inoltre questa scelta comunica al festeggiato un messaggio importante di solidarietà in favore delle persone meno fortunate, in primis i bambini.

Come scegliere i regali solidali

Come scegliere il regalo solidale perfetto? Semplice: la prima cosa da fare è chiedersi quale organizzazione si desidera sostenere e questo è un fattore molto soggettivo. Conviene però acquistare i regali solidali presso una associazione affidabile, che sia in grado di certificare l’effettivo impiego del denaro ricevuto. Purtroppo le truffe esistono ancora, anche in questo ambito, e conviene dunque prestare una certa attenzione.

Dove ordinare i regali solidali

Alcune organizzazioni non governative, come Save the Children ad esempio, offrono la possibilità di ordinare i regali solidali direttamente online. Si entra nel portale dedicato, si sfoglia il catalogo e si seleziona il dono che si preferisce in base all’aiuto che si intende dare ai bambini. Le alternative sono parecchie: cure mediche, vaccino, cibo terapeutico, spesa alimentare per una famiglia ma anche zainetti e materiale per la scuola e via dicendo. Una volta scelto il regalo solidale che si preferisce non rimane che procedere con l’ordine ed il pagamento direttamente online ed aspettare di ricevere la cartolina con l’attestato del gesto che si è compiuto.

Perchè scegliere un regalo solidale

Perché scegliere un regalo solidale anziché un oggetto concreto e tangibile? Semplice: perché spesso e volentieri non si ha la minima idea di quello che si potrebbe donare ad un amico piuttosto che ad un parente o ad una persona cara. Si finisce dunque per acquistare un oggetto inutile, alimentando lo spreco. Scegliendo un regalo solidale si compie un gesto davvero importante, trasmettendo nel contempo un messaggio profondo al festeggiato.

Italia

Elezioni, Berlusconi promette “per il Sud alta velocità e Ponte sullo Stretto”

Lo dice il Presidente di Forza Italia in una intervista “È incredibile che a oltre 150 anni dall’unità nazionale ancora ci sia una questione meridionale”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROMA  – “Grazie a noi l’alta velocità è arrivata a Salerno. Ma ora deve arrivare a tutto il Sud ed estendersi fino alla Sicilia, con la realizzazione finalmente del Ponte sullo Stretto di Messina, un’opera che noi avevamo già progettato, finanziato e appaltato e che oggi, se la sinistra non avesse bloccato tutto, sarebbe in funzione già da tempo”. Lo dice il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in una intervista a Radio Norba che verrà trasmessa stasera.

“L’ attenzione per il Sud per noi è una priorità da sempre: i miei governi sono stati quelli che nella storia della Repubblica hanno investito più in risorse nel Mezzogiorno. E’ davvero incredibile che a oltre 150 anni dall’unità nazionale ancora ci sia una questione meridionale. Non possiamo sprecare le grandi opportunità offerte dal Pnrr: si tratta di ingenti risorse e il nostro obiettivo è prima di tutto colmare il deficit di infrastrutture che rende così difficile al Sud fare impresa e creare posti di lavoro”.

Continua a leggere

Italia

Ryanair, addio alle tariffe da 10 euro superscontate. Un macigno il caro-energia

I voli a 0,99 o a 9,99 destinati a scomparire per il caro energia scoppiato con la guerra in Ucraina e che pesa anche sul settore aereo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROMA – Una delle più famose e utilizzate compagnie low cost dice addio alle tariffe superscontate che hanno consentito a milioni di passeggeri di volare in tutta Italia ed Europa con appena 10 euro. I voli a 0,99 o a 9,99 euro, infatti, sono destinati a scomparire per il caro energia scoppiato con la guerra in Ucraina e che pesa anche sul settore aereo. Ad annunciarlo l’amministratore delegato del gruppo, Michael O’Leary intervistato da BBC Radio 4. In un discorso molto ampio sull’inflazione, O’Leary ha spiegato che il settore delle low cost – che pure resisterà perché le persone continueranno a volare “frequentemente” – è inevitabilmente influenzato dagli aumenti del petrolio. “Non credo che ci saranno più voli a 10 euro. La nostra tariffa media è stata l’anno scorso di 40 euro, andremo verso i 50 nei prossimi cinque anni. Le nostre tariffe promozionali superscontate, quelle a 1 euro, a 0,99 o anche a 9,99, penso che non si vedranno per un certo numero di anni”. Ryanair continuerà comunque ad avere “milioni di posti a 19,99 euro, 24,99 e 29,99”.

Continua a leggere

Italia

Anas, al via 10 bandi di gara per oltre 2 miliardi: nove destinati a nuove opere

Lo rende noto la società, spiegando che gli interventi riguardano sei regioni tra cui anche la Calabria “significativa iniezione di risorse”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROMA – Anas ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale dieci bandi di gara, nove dei quali destinati a nuove opere per un investimento complessivo di oltre 2 miliardi di euro. Il decimo bando di gara, del valore complessivo di 160 milioni di euro, interessa l’esecuzione di lavori di manutenzione programmata della pavimentazione della rete stradale e autostradale in gestione. Lo rende noto la società, spiegando che si tratta di “una significativa iniezione di risorse con un rilevante impatto sul settore infrastrutturale del Paese”. Tutti i quadri economici delle Nuove Opere in gara sono stati aggiornati con il nuovo prezzario Anas varato a giugno, precisa la società.

Gli interventi riguardano sei regioni: Valle D’Aosta, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Calabria e Sicilia.

Nel dettaglio, in Valle D’Aosta: lavori di sistemazione tra Etroubles e l’innesto autostrada per il traforo del San Bernardo. Variante agli abitati di Etroubles e Saint Oyen (importo 127.629.671,16 euro). In GU 3 agosto 2022. In Emilia Romagna: Sistema Tangenziale di Forlì. Collegamento viario Tangenziale Est Lotto 3° (importo: 172.854.110,33 euro). In GU 8 agosto 2022. In Calabria: SS 182 “Trasversale delle Serre” – Tronco 1° Autostrada A3 – Vazzano Lotto 1° Stralcio 2° completamento Superamento del colle dello Scornari (importo: 27.345.463,38 euro). In GU 10 agosto 2022.

In Lombardia: Lavori di costruzione del collegamento stradale tra Samarate e il Confine con la Provincia di Novara. Tratto compreso tra l’autostrada A8 e la statale 527 in Comune di Vanzaghello 1° stralcio (importo: 223.870.064,52 euro). In GU 10 agosto 2022. In Liguria: Viabilità di accesso all’hub portuale di Savona – Interconnessione tra i caselli della A10 di Savona e Albissola e i porti di Savona e Vado – Variante alla SS1 Aurelia bis nel tratto tra Savona/torrente Letimbro e Albisola Superiore Lotto di completamento (importo: 92.165.447,62 euro). In GU 10 agosto 2022. In Sicilia: Collegamento viario compreso tra lo svincolo della S.S. 514 “di Chiaramonte” con la S.S. 115 e lo svincolo della S.S. 194 “Ragusana”. L’intervento è diviso in 4 lotti (importo complessivo: 1.434.485.348,93). In GU 10 agosto 2022.

Continua a leggere

Di tendenza