Processo Ruby ter: le 'ex olgettine' non si fanno interrogare - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Italia

Processo Ruby ter: le ‘ex olgettine’ non si fanno interrogare

Pure Barbara Guerra e Alessandra Sorcinelli, che in più occasioni nelle ultime settimane avevano attaccato l’ex premier, sono ritornate sui loro passi

Avatar

Pubblicato

il

MILANO – Nessun imputato ha intenzione di parlare ora davanti ai giudici e men che meno di farsi interrogare in aula nel processo milanese sul caso Ruby ter. E non hanno proprio interesse a farlo le ormai ‘ex olgettine’, dopo che il Tribunale con un’ordinanza, quasi un mese fa, ha di fatto cancellato dal dibattimento i verbali delle loro deposizioni rese come testimoni nei processi Ruby e Ruby bis, quando avevano portato la versione delle “cene eleganti” al posto del “bunga-bunga”. Così dopo la rinuncia di Marysthell Polanco, l’ex “fedelissima” delle serate di Arcore con Silvio Berlusconi e che più volte aveva annunciato di essere pronta a dire la “verità” con dichiarazioni spontanee, oggi si è saputo che pure Barbara Guerra e Alessandra Sorcinelli, che in più occasioni nelle ultime settimane avevano attaccato l’ex premier, sono ritornate sui loro passi. Non renderanno gli esami in aula, che erano previsti per il primo dicembre.

Iris Berardi (destra) e Barbara Guerra entrano nel palazzo di Giustizia di Milano per partecipare all’udienza del processo ‘Ruby-2’, 23 novembre 2012.
ANSA / MATTEO BAZZI

“‘Inutilizzabili’ le deposizioni di 18 ‘ex olgettine’

Con la decisione del 3 novembre i giudici Tremolada-Gallina-Pucci hanno dichiarato “inutilizzabili” le deposizioni di 18 ‘ex olgettine’, comprese Polanco e Sorcinelli (e per una parte anche quelle di Guerra), rese nei due dibattimenti sul caso Ruby quasi dieci anni fa. Un provvedimento che potrebbe aver azzoppato parte delle accuse di falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari (reato quest’ultimo contestato all’ex presidente del Consiglio e alle giovani, le quali rispondono anche della prima accusa). Da qui la scelta delle imputate di non mettersi in difficoltà ora con dichiarazioni davanti al Tribunale.

Per i giudici, le ragazze già all’epoca, tra il 2012 e il 2013, dovevano essere indagate per corruzione in atti giudiziari per i presunti versamenti, già emersi, da parte dell’ex premier in cambio della loro reticenza e avrebbero dovuto essere sentite nei processi con l’assistenza di un legale e la possibilità di avvalersi della facoltà di non rispondere. Con una lettera ai giudici Polanco ha spiegato che, dopo essersi consultata col suo avvocato Paolo Cassamagnaghi, ha deciso “allo stato di non rendere le spontanee dichiarazioni”.

Sulla stessa linea Guerra (difesa dall’avvocato Nicola Giannantoni) e Sorcinelli (con il legale Luigi Liguori). “Cene eleganti? Ci viene da ridere, non scherziamo. Berlusconi ci ha rovinato la vita”, avevano detto le due fuori dall’aula ai cronisti, annunciando di essere pronte agli interrogatori, che non ci saranno.

Hanno già rinunciato, inoltre, ad essere sentiti anche l’ex legale di Karima El Mahroug, l’avvocato Luca Giuliante, e l’ex fidanzato di Ruby, Luca Risso. Nella prossima udienza i giudici potrebbero decidere, però, sulle istanze delle ‘ex olgettine’ che, proprio sulla base dell’ordinanza del 3 novembre, hanno chiesto ai giudici l’immediato proscioglimento dalle presunte false testimonianze. Il pm Luca Gaglio e l’aggiunto Tiziana Siciliano, dal canto loro, hanno spiegato che sarebbe “folle” decidere in questo senso prima della fine del dibattimento, perché quei reati sono comunque “strettamente connessi” con la presunta corruzione in atti giudiziari. E con una pronuncia che facesse cadere le false testimonianze in questa fase il collegio potrebbe rendersi incompatibile: bisognerebbe “stralciare”, ossia separare i due reati, e ripartire con altri giudici sulla corruzione.

Italia

Elezioni, Berlusconi promette “per il Sud alta velocità e Ponte sullo Stretto”

Lo dice il Presidente di Forza Italia in una intervista “È incredibile che a oltre 150 anni dall’unità nazionale ancora ci sia una questione meridionale”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROMA  – “Grazie a noi l’alta velocità è arrivata a Salerno. Ma ora deve arrivare a tutto il Sud ed estendersi fino alla Sicilia, con la realizzazione finalmente del Ponte sullo Stretto di Messina, un’opera che noi avevamo già progettato, finanziato e appaltato e che oggi, se la sinistra non avesse bloccato tutto, sarebbe in funzione già da tempo”. Lo dice il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in una intervista a Radio Norba che verrà trasmessa stasera.

“L’ attenzione per il Sud per noi è una priorità da sempre: i miei governi sono stati quelli che nella storia della Repubblica hanno investito più in risorse nel Mezzogiorno. E’ davvero incredibile che a oltre 150 anni dall’unità nazionale ancora ci sia una questione meridionale. Non possiamo sprecare le grandi opportunità offerte dal Pnrr: si tratta di ingenti risorse e il nostro obiettivo è prima di tutto colmare il deficit di infrastrutture che rende così difficile al Sud fare impresa e creare posti di lavoro”.

Continua a leggere

Italia

Ryanair, addio alle tariffe da 10 euro superscontate. Un macigno il caro-energia

I voli a 0,99 o a 9,99 destinati a scomparire per il caro energia scoppiato con la guerra in Ucraina e che pesa anche sul settore aereo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROMA – Una delle più famose e utilizzate compagnie low cost dice addio alle tariffe superscontate che hanno consentito a milioni di passeggeri di volare in tutta Italia ed Europa con appena 10 euro. I voli a 0,99 o a 9,99 euro, infatti, sono destinati a scomparire per il caro energia scoppiato con la guerra in Ucraina e che pesa anche sul settore aereo. Ad annunciarlo l’amministratore delegato del gruppo, Michael O’Leary intervistato da BBC Radio 4. In un discorso molto ampio sull’inflazione, O’Leary ha spiegato che il settore delle low cost – che pure resisterà perché le persone continueranno a volare “frequentemente” – è inevitabilmente influenzato dagli aumenti del petrolio. “Non credo che ci saranno più voli a 10 euro. La nostra tariffa media è stata l’anno scorso di 40 euro, andremo verso i 50 nei prossimi cinque anni. Le nostre tariffe promozionali superscontate, quelle a 1 euro, a 0,99 o anche a 9,99, penso che non si vedranno per un certo numero di anni”. Ryanair continuerà comunque ad avere “milioni di posti a 19,99 euro, 24,99 e 29,99”.

Continua a leggere

Italia

Anas, al via 10 bandi di gara per oltre 2 miliardi: nove destinati a nuove opere

Lo rende noto la società, spiegando che gli interventi riguardano sei regioni tra cui anche la Calabria “significativa iniezione di risorse”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROMA – Anas ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale dieci bandi di gara, nove dei quali destinati a nuove opere per un investimento complessivo di oltre 2 miliardi di euro. Il decimo bando di gara, del valore complessivo di 160 milioni di euro, interessa l’esecuzione di lavori di manutenzione programmata della pavimentazione della rete stradale e autostradale in gestione. Lo rende noto la società, spiegando che si tratta di “una significativa iniezione di risorse con un rilevante impatto sul settore infrastrutturale del Paese”. Tutti i quadri economici delle Nuove Opere in gara sono stati aggiornati con il nuovo prezzario Anas varato a giugno, precisa la società.

Gli interventi riguardano sei regioni: Valle D’Aosta, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Calabria e Sicilia.

Nel dettaglio, in Valle D’Aosta: lavori di sistemazione tra Etroubles e l’innesto autostrada per il traforo del San Bernardo. Variante agli abitati di Etroubles e Saint Oyen (importo 127.629.671,16 euro). In GU 3 agosto 2022. In Emilia Romagna: Sistema Tangenziale di Forlì. Collegamento viario Tangenziale Est Lotto 3° (importo: 172.854.110,33 euro). In GU 8 agosto 2022. In Calabria: SS 182 “Trasversale delle Serre” – Tronco 1° Autostrada A3 – Vazzano Lotto 1° Stralcio 2° completamento Superamento del colle dello Scornari (importo: 27.345.463,38 euro). In GU 10 agosto 2022.

In Lombardia: Lavori di costruzione del collegamento stradale tra Samarate e il Confine con la Provincia di Novara. Tratto compreso tra l’autostrada A8 e la statale 527 in Comune di Vanzaghello 1° stralcio (importo: 223.870.064,52 euro). In GU 10 agosto 2022. In Liguria: Viabilità di accesso all’hub portuale di Savona – Interconnessione tra i caselli della A10 di Savona e Albissola e i porti di Savona e Vado – Variante alla SS1 Aurelia bis nel tratto tra Savona/torrente Letimbro e Albisola Superiore Lotto di completamento (importo: 92.165.447,62 euro). In GU 10 agosto 2022. In Sicilia: Collegamento viario compreso tra lo svincolo della S.S. 514 “di Chiaramonte” con la S.S. 115 e lo svincolo della S.S. 194 “Ragusana”. L’intervento è diviso in 4 lotti (importo complessivo: 1.434.485.348,93). In GU 10 agosto 2022.

Continua a leggere

Di tendenza