Librerie aperte anche nelle zone rosse per l’iniziativa #ioleggoperché

L’invito dei presidenti dell’Associazione Italiana Editori, Ricardo Franco Levi, e di Ali-Associazione Librai Italiani aderente a Confcommercio, Paolo Ambrosini, a margine del lancio di #ioleggoperché

 

ROMA – “Le librerie restano aperte in tutta Italia, anche nelle zone rosse, perché considerate beni essenziali: entrate in libreria per partecipare a #ioleggoperché e per anticipare i vostri regali di Natale“. La grande iniziativa sociale dell’Aie, per il potenziamento delle biblioteche scolastiche, interesserà in tutta Italia, da oggi e fino al 29 novembre, 2577 librerie in cui gli italiani potranno donare un libro per le 13.111 scuole aderenti al progetto.

Levi e Ambrosini ricordano a tutti che “dove è possibile la vendita al dettaglio, i libri sono una categoria autorizzata. Le librerie quindi restano aperte, anche in zona rossa, per #ioleggoperché ma anche per anticipare già ora i regali di Natale, come abbiamo suggerito con la campagna congiunta Aie-Ali ‘Pensaci subito non fare le code. In libreria il Natale è già iniziato'”. Per entrare in libreria, in sicurezza, basta compilare l’autocertificazione.